38a giornata

di CFS

Giunti a tre-quarti della stagione regolare, la classifica presenta sempre in testa l’HV71 che distacca con più di dieci lunghezze un gruppetto di quattro squadre Färjestad, Linköping, Timrå e MODO, racchiuse in quattro punti, seguite da vicino da Frölunda e Djurgården; nella parte bassa della classifica, a parte l’attuale fanalino di coda Mora, Skellefteå, Brynäs, Södertälje e Luleå, hanno comunque buone probabilità di risalire: la classifica è abbastanza compatta e con un paio di buone prestazioni si fa veloce a rivoluzionarla.
Mora – Djurgårdens 5-2 I padroni di casa riescono a far felici gli oltre 4000 presenti alla Mattsson Arena portando a casa l’intera posta. Passano in vantaggio gli ospiti con Falk nel primo periodo; nel secondo molte occasioni per parte ma è il Mora che prende in mano le redini del gioco e con Järventie prima ed Elomo in power play poi effettuano il sorpasso. Nel terzo periodo le squadre non si risparmiano, ma entrambi i portieri salgono in cattedra bloccando i vari tentativi di cambiare il risultato che si sblocca solo a poco meno di tre minuti dalla fine, quando Larsson deve capitolare al cospetto di Hagos. Gli ospiti provano a togliere il portiere per l’uomo in più di movimento, ma subito Skogs va in gol a porta vuota per la quarta rete del Mora. Il Djurgårdens non si da per vinto e riesce in power play a segnare la seconda rete con Hörnqvist, è però sul successivo tentativo di sei uomini di movimento che Beandoin segnando a porta vuota fissa il risultato sul 5 a 2.

Skellefteå – Brynäs 1-5 L’incontro-scontro tra due squadre che devono combattere per conquistare l’attuale ottavo posto in classifica per sperare di accedere ai play off va al Brynäs che deve fare poca fatica, complice una giornata no di Hadelöv ed una difesa avversaria latitante. Sono gli ospiti a passare subito in vantaggio con Hietanen e con Angell, ma Söderberg dimezza subito lo svantaggio. A metà del secondo periodo l’uno-due di Alcén e Winding (saranno quattro i tiri totali degli ospiti in questo drittel) mette al sicuro il risultato. Lo Skellefteå non ci sta e prova in tutti i modi ad assediare la porta difesa da Korhonen che però abbassa la saracinesca e non fa passare nulla. C’è invece spazio ancora per Hansen che approfitta del secondo power play della partita concesso al Brynäs per chiudere l’incontro sul 5 a 1.
Timrå – Frölunda 4-3 Il Timrå consolida il suo quarto posto in classifica a spese del Frölunda. Gli ospiti passano a condurre con Plüss, ma i padroni di casa rispondono con Tenkrat e sfruttando il contropiede in inferiorità numerica con Mikael Johansson. Nel secondo periodo gli “Indiani” riescono a pareggiare con Andersson, ma è Petri Kokko che riallunga per il Timrå. Ad inizio del terzo periodo i padroni di casa portano a due le lunghezze di vantaggio con Svensson. A poco più di due minuti dalla fine in tre (Lindström e Carlsson in panca puniti)contro sei (Ahonen lascia i pali per l’uomo in più di movimento) Niklas Andersson segna la sua seconda rete della serata ed il Frölunda accorcia le distanze. Ahonen non rientra sul ghiaccio ma questa volta l’uomo in più non basta e l’incontro si chiude a favore dei padroni di casa.
Luleå – Södertälje 1- 4 Altro incontro di fondo classifica che sorride al Luleå: i padroni di casa vanno in vantaggio con Pakaslahti ottimamente servito da Videll che si beve tutta la difesa prima di passare il disco al compagno; raddoppiano con Kudroc solo davanti a porta, assistito da Hancock che ruba disco Al difensore avversario. Omark accorcia le distanze in power play con un batti e ribatti sul portiere, ma Harmer riallunga in superiorità numerica con un tiro al volo e prima della fine del secondo periodo Klasen porta a quattro le reti per i padroni di casa. Nella terza frazione di gioco Modig sostituisce Törnqvist in porta per il Luleå: il nuovo entrato è bravo a non lasciar passare dischi, ma dall’altra parte anche Bjurling,attualmente il miglior portiere del campionato, non lascia passare nulla ed il finale, 4 a 1 per gli ospiti non cambia.
Linköpings-HV71 1-1 finisce in parità lo scontro al vertice tra la prima e la terza della classe: un punto per uno meritato da entrambe le compagini che hanno dato vita ad una partita ricca di emozioni, che parecchi tiri in porta e con i portieri a dare il massimo. Linköping che nel primo periodo riesce a far capitolare Stefan Liv solo in power play con Surovy, lo stesso per Stana che deve raccogliere il disco da fondo rete battuto da Luoma in superiorità numerica ad inizio del secondo periodo. I padroni da casa non riescono ad approfittare delle molte penalità concesse successivamente, ed il risultato non subisce modifiche fino alla fine del terzo periodo. Il successivo overtime rimane a porte inviolate per l’1 a 1 finale.
Färjestads-MODO è stata posticipata a metà febbraio: il MODO ha due partite in meno dovendo recuperare l’incontro con il Frölunda posticipato per la partecipazione (con poca gloria) alla SuperSix.