AQUILE A MILANO ALLA RICERCA DI PUNTI IMPORTANTI PER NON SPROFONDARE.

Comunicato Stampa.

«Stringere i denti, lavorare sodo e andare avanti giocandosi il tutto per tutto»
così il ds Pietrafesa presenta l’incontro con i Vipers Milano

Pontebba, 14 gennaio 2008 – Non è una sfida da ultima spiaggia,ma è indubbio che domani le Generali Aquile FVG si giocano molto in vista play-off. Dopo i risultati ottenuti dai friulani negli ultimi turni di campionato, la sfida che all’Agorà – face off alle 20.30 – metterà di fronte i gialloblu e i Vipers Milano, assume un valore particolare e non perché dall’altra parte ci sarà Patrice Lefebvre, quanto perché non portare a casa i due punti, potrebbe voler dire mettere a rischio tutto il lavoro fin qui fatto.
«È inutile nascondersi – spiega il ds delle Aquile Pietrafesa – non stiamo attraversando un buon periodo e anche il morale ne risente vista la mazzata che abbiamo preso sabato. La nostra partita, quella in cui dovevamo fare punti, era quella contro il Val Pusteria. Non ci siamo riusciti complicandoci ulteriormente la vita». Molto difficile digerire l’ennesima sconfitta subita in rimonta negli ultimi minuti: «Come società, ovviamente, non siamo stati fermi. Abbiamo provato ad analizzare le nostre problematiche con i giocatori. Che qualcosa non va non è una novità dell’ultima ora, anche perché sono diversi i punti persi in questo modo. Abbiamo una difesa più forte dell’anno scorso, ma subiamo comunque troppo e ci manca chi finalizza la mole di gioco che creiamo quando giochiamo. Certo anche gli altri sono cresciuti, ma noi non riusciamo a chiudere gli incontri quando abbiamo la possibilità e permettiamo agli altri di reagire e rifarsi sotto».

Forse era il caso di cambiare qualcosa alle prime avvisaglie di “crisi”? «Bisogna anche capire che alcune cose non si fanno, non perché la società e la dirigenza non siano in grado di analizzare la situazione, ma perché semplicemente non si possono fare. Non navighiamo nell’oro e quindi si devono fare delle scelte e poi cercare di fare il meglio con quello che si ha. Poi è indubbio che se le cose vanno bene nessuno si accorge, ma appena i risultati non arrivano piovono le critiche».
I tifosi, infatti, iniziano a rumoreggiare: «Da un certo punto di vista li capisco. Chi viene al PalaVuerich vuole vedere il meglio, vuole vedere vincere o per lo meno lottare fino alla fine. Noi, purtroppo non sempre siamo stati in grado di farlo. I tifosi, però, devono anche capire che ci sono un sacco di cose da far quadrare e non è facile». Pietrafesa non è uno che si piange addosso e, anzi, prova a suonare la carica ai suoi: «Cambiare modo di giocare non si può, dobbiamo solo mettere i giocatori in grado di fare il loro lavoro in tranquillità stemperando le tensioni. Nessuno di noi si aspettava di trovarci in questa situazione, per questo abbiamo lavorato anche dal punto di vista psicologico sui nostri atleti, anche perché ora dobbiamo davvero giocarci il tutto per tutto».
Sulla strada delle Aquile un Milano che, seppur davanti in classifica, non può certo sorridere: «Noi non dobbiamo pensare ai problemi degli altri visto che ne abbiamo di nostri da risolvere. Per noi ora si apre un periodo determinante in cui ci troveremo ad affrontare Milano, Bolzano e Alleghe formazioni contro cui dobbiamo fare assolutamente punti». Domani torna da avversario anche l’ex capitano Patrice Lefebvre, giocatore sempre molto pericoloso: «Questo non ci deve interessare. Lui è un giocatore avversario e basta e così dobbiamo trattarlo. Sarebbe un errore scendere all’Agorà con l’idea di giocare contro Patrice, dimenticandoci che i nostri avversari sono i Vipers Milano».
Contro i meneghini saranno ancora fuori sia Stampfer sia Vernaccini, mentre sarà dell’incontro Cavanaugh che nell’allenamento di stamani, in uno scontro di gioco, ha subito un colpo al volto. Medicato dai sanitari con alcuni punti scenderà comunque sul ghiaccio.
In questo campionato Pontebba e Milano si sono incontrate tre volte con i Vipers vittoriosi per due volte, 3 a 1 in terra friulana e 4 a 3 in casa in quella rocambolesca partita che tutti ricordiamo, mentre le Aquile hanno battuto i meneghini al PalaVuerich per 6 a 3. Da ricordare anche la vittoria delle Generali contro i rossoblu in Coppa Italia che è costata la storica qualificazione della formazione di Vassilyev alle Final Four del torneo.
L’incontro sarà arbitrato da Sergio Stella coadiuvato dai linesman Marco Stella e Gastaldelli.