Recap 11 gennaio.

Sfida ricca di goal tra Columbus e St Louis, il risultato finale è di 6-4 a favore dei Blue Jackets ed il mattatore della serata è Zherdev, autore dei due goal decisivi negli ultimi sei minuti di gioco. Da notare che il giocatore non si era allenato durante la settimana per un duro colpo subito ad opera di Backes nella precedente sfida tra le due squadre (vinta da St Louis per 6-1).
Nonostante il duro lavoro di Chicago, i Blackhawks si devono arrendere a Minnesota per 5-2 vista la strepitosa giornata del goalie dei Wild, Harding che termina il match con 41 saves.
A bucare la rete avversaria ci pensa Gaborik per ben due volte e Foy, Bouchard e Parrish (il match si chiude con un 5-2) e per Chicago è l’ottava sconfitta consecutiva.
Si chiude invece con un 4-3 la gara tra Phoenix e Vancouver, i due punti vanno alla squadra di Gretzky che dopo un primo periodo chiuso in svantaggio (goal di Pyatt) si riprendono con un secondo tempo strepitoso che li porta davanti per 3-1( a segnare sono Mueller, Jovanovsky-per lui goal dell’ex- e Yandle). Nel terzo periodo Vancouver accorcia le distanze con Kesler in situazione shorthanded ma è poi Phoenix a controbattere con Kapanen. A metà terzo tempo segna ancora una volta Kapanen per Vancouver ma la rimonta non avviene perché la squadra dell’Arizona gestisce il risultato favorevole senza troppi problemi.

L’ultima partita della serata è la gara di interleague tra Islanders e Flames.
La partita è equilibratissima, al parziale di 3-1 a favore degli Islanders segue un secondo periodo con lo stesso parziale ma questa volta per i Flames. Si mettono in luce Sillinger per gli Isles (autore di due goal) e Owen Nolan per i Flames (anche lui con due reti).
Il terzo tempo si chiude a reti inviolate e così si passa all’overtime. Anche nel periodo extra però si assiste alla parità più assoluta e si va quindi agli shootout.
Sillinger (che nella precedente partita aveva visto bloccare il proprio shot da Luongo) beffa ancora una volta Kiprusoff e regala agli Islanders la vittoria.
Per il goalie di Calgary non c’è solo la delusione della sconfitta ma anche la possibilità di avere un contendente al suo posto di titolare…ci sono infatti delle voci insistenti sul possibile arrivo di Curtis Joseph ai Flames.