Intervista alla giovane promessa asiaghese Matteo Tessari

di Andrea V.

All’indomani della sonante vittoria ottenuta dall’Asiago per 6a1 a scapito del Bolzano abbiamo voluto sentire uno dei protagonisti della formazione "stellata" Matteo Tessari che ieri sera si è distinto mettendo a segno la sua prima doppietta in serie A
HockeyTime:Ciao Matteo, innanzi tutto ti chiediamo un tuo commento sulla partita di ieri sera
Matteo Tessari: Una partita davvero entusiasmante per la nostra squadra quella che abbiamo disputato ieri sera, avevamo di fronte quella che sulla carta è considerata la squadra più forte del campionato, però noi abbiamo giocato molto bene cosi siamo rusciti ad ottenere questa strameritata vittoria

HT:E della tua prestazione cosa ci dici sei stato quella che in altri campionati viene considerato "man of the match"
MT: Sono strafelice meglio di cosi non poteva andare, ho realizzato 2 gol di cui il primo subito al primo cambio effettuato, pensare che quesrt’anno non avevo ancora segnato mentre lo scorso anno avevo realizzato una sola rete ed era contro l’Alleghe che per coincidenza aveva in porta Groeneveld…si vede che mi porta bene!!

HT: Ultimamente stai avendo molto spazio e hai la possibilità di giocare molti cambi, inoltre la tua linea sta andando molto bene:
MT: Sono molto contento dello spazio che mi sta dando il coach, poi avere la possibilità di giocare in linea con Borrelli e Parco mi da la possibilità di imparare molto da loro, inoltre stiamo affinando sempre più la nostra intesa e i risultati del nostro lavoro si vedono dato che ieri sera la nostra linea ha realizzato 4 delle 6 reti, anche se il merito è da dividere con tutta la squadra che ha lavorato duro

HT: Quali sono i compagni con cui hai maggiore affiatamento in campo e fuori
MT: Mi trovo bene con tutti, ma se devo farti un nome ti dico subito John Parco, mi trovo veramente bene con lui, era il mio allenatore nelle formazioni giovanili quindi conosce benisimo i miei pregi e i miei difetti quindi sa come farmi rendere al meglio, inoltre è un ottimo maestro per noi giovani ed è sempre prodigo di consigli per tutti noi, quindi lo ritengo un ottimo compagno e anche amico

HT: Qual’è il giocatore che hai incontrato finora e che ti ha messo maggiormente in difficoltà?
MT: Senza ombra di dubbio Stephenson del Milano, è forte fisicamente ed ha anche una gran tecnica, sembra veramente un giocatore di "un altro pianeta"

HT:Dicci invece qual’è un tuo idolo, un giocatore a cui ti ispiri
MT: Ti dirò un nome che non ti aspetti, lo sloveno Anze Kopitar che attualmente gioca nei Los Angeles King, Ho avuto la possibilità di incontrarlo e vederlo giocare durante uno stage che ho fatto a Lubiana e mi ha impressionato per la sua tecnica, cosi ho deciso di "adottarlo" come mio idolo
Si ringrazia Matteo Tessari e la società Emisfero Ipermercati Asiago per la cortese disponibilità