Il 2007 del campionato italiano

di Marco Depaoli

L’Agordo c’è. E’ quanto si può dedurre vedendolo su ghiaccio dopo la minaccia di disiscriversi al campionato sotto determinate condizioni.
Alla quinta giornata (dopo il rinvio della quarta al De Toni di Alleghe) il Bolzano guida la classifica più corta della storia del movimento rosa italiano con 4 punti a punteggio pieno, seguita dall’Agordo e dal Piemonte, che non partecipando ad alcun campionato internazionale vede queste 8 partite di campionato come le uniche della stagione.
Un campionato nato un po’ così, dopo il doloroso ritiro del Como, che porta con sé polemiche e situazioni paradossali: alla piemontese Melissa Di Giovanni, espulsa l’8 dicembre contro l’Agordo per una dura carica con bastone, sono state inflitte 3 giornate di squalifica. Che in un campionato a singhiozzi come questo vuol dire rientrare in pista il 27 gennaio ad Agordo.
Alla compagna di squadra Silvia Carignano invece, per aver inveito animosamente verso il capoarbitro Costa contro il Bolzano il 2 dicembre, è stata sanzionata una sospensione esemplare di un mese e 10 giorni. E di fatto salterà solo due partite.

Nell’ultima sfida, quella che dovrebbe rappresentare come ogni anno la finale naturale, il Bolzano ha strapazzato le agordine con un netto 7-2 con la tripletta di Katie Dowdall, la giocatrice canadese al centro di una discussione sull’utilizzo di ragazze non italiane nel nostro campionato. A quanto pare si è arrivati a una soluzione salomonica di utilizzarla solo nelle partite in casa.
Appuntamento per la ripresa del campionato fissato il 6 gennaio, giorno della Befana, per Agordo-All Stars sul ghiaccio di via Tissi.

All Stars Piemonte – Agordo 1-1
All Stars Piemonte – Bolzano 3-12
All Stars Piemonte – Agordo 3-6
Agordo – Bolzano rinv
Bolzano – Agordo 7-2

Classifica:
Bolzano 4 (giocate 2)
Agordo 3 (3)
All Stars Piemonte 1 (3)