Milano – Asiago 6 – 6

di F. Prina

Milano – Asiago 6–6 (2:1; 1:3; 3:2)

Ancora un pari per il Milano al rientro in casa dopo le tre trasferte consecutive degli ultimi giorni e che lo staccano ancora di più dai capolista del Renon.
Sempre assenti Migliore, Lorini e Re per i padroni di casa mentre mancano tra gli ospiti Rodeghiero e Benetti.
Pronti, via e Milano è in vantaggio al 29” con Scandella pronto a fulminare Bellissimo su un invitante assist di Simon. La partita è subito giocata a viso aperto con le Vipere desiderose di vincere e Asiago per niente rassegnato a fare la vittima sacrificale. Al 3’ e 57” Asiago in inferiorità ma riesce a superare l’handicap al meglio anche grazie all’imprecisione di Simon sotto porta.
Il capo arbitro fischia penalità al minimo contatto e tocca a Milano essere in inferiorità con fuori Kelly e Strazzabosco e i giallo rossi possono così pareggiare con Stanley al 11’ e 08”. La situazione si ribalta sempre a causa delle penalità comminate ed è la squadra rossoblu in cinque contro tre ad andare nuovamente in vantaggio ancora con l’ex Scandella ancora servito dal numero 13 Simon con un goal fotocopia del primo come svolgimento di azione e tiro. Il ritmo non è elevatissimo ma il gioco piacevole.

Nel secondo drittel cominciano i guai per Milano a causa del fiscalismo arbitrale eccessivo dopo che Bellissimo ha salvato su Simon. Al 4’ e 21” tocca Mantovani andare in panchina e Surma ne approfitta al 6’ per infilare Szuper e riportare in parità la squadra dell’altopiano. Ma le squadre dimostrano carattere ed è un altro ex, Strazzabosco, al 35’ e 43” a riportare avanti le vipere.
Si continua a giocare con le due squadre che si ribattono colpo su colpo ma i problemi veri per i rossoblu arrivano intorno al 13’ quando in 3 minuti Pichler punisce in sequenza Strazzabosco, Simon, Stephenson e Trevisani consentendo troppi minuti di superiorità, anche doppia, all’Asiago che approfitta della situazione e prima con Parco e poi con Plastino pareggia e si porta in vantaggio.
Szuper e Bellissimo dimostrano di guadagnarsi bene in più riprese lo stipendio sventando svariate incursioni degli avanti avversari.
Terzo tempo come i precedenti con le squadre che si combattono senza risparmiarsi cercando di portare a casa il miglior risultato possibile. Stephenson si fa parare una ghiotta occasione in power play ma il goal è nell’aria e arriva al 43’ con Simon. Milano ci crede e ancora grazie alla prima linea, davvero scatenata delle vipere, con Simon che appoggia a Kurtz da dietro la porta ed il difensore che batte il goalie giallo rosso per il nuovo sorpasso. Asiago reagisce e porta diversi pericoli alla gabbia difesa da Szuper fino a che nuovamente Stanley porta il risultato sul 5 a 5 a sette minuti dalla fine.
Ma le emozioni non sono finite ed è Stephenson ad andare in rete dopo aver intercettato un disimpegno difensivo vicentino per l’esplosione di gioia dei tifosi milanesi.
Ma come detto l’Asiago si dimostra squadra in crescita e di carattere e perviene al definitivo pareggio con Johnson.
Gli ultimi minuti vedono l’arrembaggio di un non domo Milano contro un Asiago a questo punto pago del risultato che pensa a difendere peraltro molto bene.
Finisce 6 a 6 con Milano a recriminare qualcosa ma facendo sperare che il periodo nero stia per finire, con una prima linea in gran spolvero (Stephenson è un uragano, Simon sempre più incisivo partita dopo partita con in questa partita 1 goal e 4 assist su 6 marcature e Scandella preciso quando è servito) e per chi scrive è da segnalare anche la prestazione di Lehtinen sempre puntuale tatticamente e tecnicamente un gran difensore.
Vicentini in sicura crescita che non hanno mollato mai e sono stati abili a sfruttare le penalità avversarie al meglio e che sicuramente non possono fare altro che migliorare la posizione in classifica continuando di questo passo.
Arbitraggio …………… eccessiva fiscalità sicuramente non facilita nessuno ne aiuta il gioco e si corre il rischio, a volte, di falsare il risultato.

H.C. Junior Milano Vipers – Emisfero Asiago Hockey A.S. 6 – 6 (2-1 / 1-3 / 3-2)

Marcatori: SCANDELLA G. ( SIMON T. , STEPHENSON S.) 00:29, STANLEY C. ( PARCO J. , LOYA C.) 11:08, SCANDELLA G. ( SIMON T. , KURTZ J.) 13:06, SURMA D. ( JOHNSON T. , STANLEY C.) 26:10, STRAZZABOSCO M. ( SIMON T. , KURTZ J.) 33:27, PARCO J. ( PLASTINO N.) 35:43, PLASTINO N. ( JOHNSON T.) 37:00, SIMON T. ( STEPHENSON S. , KELLY R.) 43:00, KURTZ J. ( SIMON T. , STEPHENSON S.) 46:17, STANLEY C. ( SURMA D. , BASSO V.) 51:21, STEPHENSON S. ( SCANDELLA G.) 52:44, JOHNSON T. ( STANLEY C.) 53:38

H.C. Junior Milano Vipers : DELLA BELLA P. (44), SZUPER L. (31) – KELLY R. (54), KURTZ J. (17), LEHTINEN M. (4), MAIR J. (40), STRAZZABOSCO M. (96), TREVISANI C. (3), RAYMO M. (22) – CALETTI E. (15), EVANS B. (16), IANNONE P. (14), INSAM M. (8), MANTOVANI D. (51), MAZZACANE C. (27), SCANDELLA G. (10), SIMON T. (13), STEPHENSON S. (25) Allenatore Insam A.

Emisfero Asiago Hockey A.S. : BELLISSIMO D. (30), PAVONE G. (31) – BASSO V. (7), JOHNSON T. (24), LOYA C. (2), PLASTINO N. (4), ROSSI M. (60), TESTA F. (88) – BORRELLI D. (71), BUSA F. (68), DE FRENZA F. (22), PARCO J. (8), STANLEY C. (13), STRAZZABOSCO G. (42), SURMA D. (15), TESSARI M. (14), TESSARI N. (9) Allenatore Camazzola J.

Tiri Milano: 44 (12, 14, 18)
Tiri Asiago: 33 (9, 14, 10)

Penalità Milano: 20 (8, 10, 2)
Penalità Asiago: 20 (10, 6, 4)

Capo Arbitro: PICHLER KARL
Lines men : LOREGGIA GREGORY – GAMPER CHRISTIAN

Spettatori: 1237

Tags: