La Valpe batte anche l’Egna… ora due trasferte in Alto Adige

di Paolo Vola

Il 2007 casalingo della Valpe termina col botto!
I Biancorossi hanno infatti battuto l’Egna per 4 a 3 aumentando a + 6 il divario in classifica dagli atesini… ma che fatica!
Stadio praticamente gremito (2.315 spettatori!) con una pittoresca e rumorosa presenza dei tifosi ospiti che hanno incitato senza sosta ed in maniera assai civile i propri beniamini.
Valpe in giallonero con Demetz (alla fine uno dei migliori) tra i pali; le Oche al gran completo schierano Rizzi come start up goalie .
Il primo tempo è la sintesi del match: gran protagonista l’arbitro Cavazzana, il "Tadini del 2000", che sciorina il più deteriore campionario della peggior interpretazione delle nuove regole. In maniera scientifica l’ineffabile in giacchetta bianconera colpisce alternativamente le squadre rischiando seriamente di rovinare una partita che, per i valori in campo, sarebbe bellissima.

Primo power ospite (penalità a Meneghetti dopo 38 secondi!) ed è lo stratosferico Karl Gagnè (forse oggi il miglior straniero del Campionato) a far esultare gli ospiti.
Ci pensa Capitan Grossi, ancora il Re leone trascinatore dei valligiani, ad impattare a 3.38 su assit di Lizotte e Pozzi.
Su una penalità di Gagnè è Ismo Siren a trovare chirurgicamente l’angolino alto alla sinistra di Rizzi (assist Grossi – Tomasello) per il vantaggio Valpe a 7.02.
Poi il sig. Cavazzana si scatena; prima annullando una rete di Silva per spostamento porta (quando il disco era già dentro!), poi sanzionando di fila Petrov (2 + 10 per appaluso ironico), Pozzi e Giugliano fino a che sull’ennesima superiorità numerica è ancora Gagnè a sfruttare un rebound di Demetz ed a impattare.
Ora è il turno degli ospiti (evvai con la legge di compensazione!) ad andare in panca puniti ed è la Valpe a riportarsi in vantaggio con Alex Silva (assist Lizotte e Donati) su errore di Rizzi.
L’equilibrio del match si rompe a 19.02 quando "Bomber" Donati, in penalty killing scarica una bomba terrificante in controfuga alle spalle del povero Rizzi che all’inizio del secondo tempo verrà sostituito dal giovane talentuoso Bernard.
Poi negli ultimi due tempi è soprattuto Egna; gli ospiti si riversano nel terzo dei valligiani e Demetz diventa super protagonista (alla fine saranno 40 a 31 i tiri per gli ospiti) oltre a Cavazzana che riesce ad affibiare altre 4 penalità minori alla Valpe!
A metà secondo tempo infortunio al gigante Harikkala (sospetta distorsione al ginocchio) che costringe la difesa Valpe agli straordinari (quanto si sente quando manca!!). Grande prova di Lizotte, Siren, Biz Senoner e Tromalaterra con Grossi a fare da guastatore instancabile tra le linee.
Finisce il tempo a reti bianche e nel terzo si assiste allo stesso copione; Egna all’attacco e Valpe a provare a pungere in contropiede.
A metà tempo una terrificante traversa di Gagnè potrebbe cambiare il volto del match ma il muro davanti a Demetz (un paio di volte al limite del miracoloso) tiene.
Il risultato non si scolla fino a 8 secondi dalla fine del match quando la strenua difesa biancorossa subisce la terza rete (Stimpfl) con la Valpe in quattro (altra penalità incredibile a Petrov) è l’Egna con l’attaccante in più.
Alla fine tutti contenti per l’ottima prova delle due squadre e convinti che l’Egna è, senza dubbio, la miglior squadra vista al Cotta Morandini e la più degna avversaria della Valpe per la conquista del titolo!

***********************************************

Il calendario costringe i biancorossi a due lunghe trasferte a cavallo di fine anno.
Domenica 30/12, alle ore 18.30, si giocherà alla MeranoArena contro le Aquile meranesi mestamente penultime a 27 punti dalla Valpe!
Sinora tutte vittorie contro gli ex campioni; 5 a 0 e 4 a 2 a Torre e un netto 5 a 1 a Merano.
Dopo i festeggiamenti dell’ultimo dell’anno si salirà ancora in Trentino per affrontare, mercoledì 2/1/08, ore 20.30, il Caldaro.
Anche con i Lucci il bilancio è attualmente di tutte vittorie (7 a 4 e 3 a 0 a Torre ed un sofferto 3 a 1 a Caldaro) ma i lacustri sono in netta ripresa (4 vittorie nelle ultime 5 partite con la sola sconfitta di misura ad Egna!) e soprattutto si sono rinforzati con l’innesto di due nuovi stranieri; il dfensore boemo Pelikovsky e l’attaccante svedese Moren.
In crescita soprattutto la coppia Chelodi – Blaha, ricostruita quest’anno a Caldaro per fare sfracelli.
Per entrambe le partite diretta su RBE con la voce di daniele Arghittu ed in streaming sul sito.