24ª giornata ai nastri di partenza

di Franca P.

Appena il giorno dopo di Natale è tempo nuovamente di rituffarsi nel campionato italiano, in questa settimana che sarà un vero e proprio tour de force per le compagini della serie A1.
Apre le danze l’attesissimo big match fra le volpi del Bolzano e il Renon; i ragazzi di McKay sono reduci dalla vittoria ossigeno ottenuta fra le mura casalinghe contro il Pontebba, soprattutto grazie all’arrivo di un certo Kenny Corupe, il cui apporto non si è certo fatto mancare (doppietta per lui). Le volpi hanno la possibilità di rafforzare il terzo posto, che momentaneamente condividono con i cugini del Val Pusteria, impegnati stasera in quel d’Asiago. I lupetti dell’altopiano puntano ad ottenere il sesto risultato utile consecutivo e a rafforzare la loro leadership in classifica, potendo contare sulla particolare vena offensiva di alcuni dei suoi (Tudin in primis).

Le due migliori difese opposte, due fra i migliori portieri contro, sicuramente partita che si annuncia spettacolare e piena di colpi di scena!
L’incontro della serata che risulta più incerto è quello di scena all’Odegar d’Asiago, fra i locali e il Val Pusteria. La squadra di Camazzola in questi giorni è stata protagonista di un thriller legato alla vicenda Jardine, perché non si capisce se è già un giocatore giallo rosso o meno, cosa che probabilmente si saprà solo all’ultimo, magari già stasera. Gli asiaghesi nell’ultima partita disputata prima di Natale si sono accaparrati di un punticino nella sfida con il Cortina, in un match ove però non ci sono state emozioni particolari, anzi, è stato piuttosto noioso, in cui è emerso una volta di più lo stato di forma non proprio brillante delle due formazioni cugine. I lupi invece sono proiettati verso lo “scippo” del terzo posto ai danni del Bolzano, poiché allo stato attuale dividono la posizione proprio con i bianco rossi, che staserà avranno il loro da fare contro la capolista. L’ottimo momento del reparto offensivo sarà di sicuro un’arma in più per i pusteresi, ma la difesa dei leoni non starà certo a guardare e lotterà fino alla fine, grazie all’apporto di Johnson, che si sta dimostrando sempre più un acquisto azzeccato.
Riedizione della finale scudetto d’aprile 2007 in programma all’Olimpico di Cortina, che ospita le vipere rosso blu; stati d’animo diametralmente apposti per le due formazioni, poiché da un lato il Milano ha incassato un pareggio ed una sconfitta nelle ultime due uscite, mentre gli scoiattoli hanno collezionato 6 sconfitte e due pareggi, assolutamente inaccettabile per i campioni d’Italia in carica. Il Cortina ha cambiato guida tecnica di recente, chiamando dietro la panca un certo Frycer, vecchia conoscenza del campionato italiano, che si spera possa trasmettere quella sferzata di vitalità a questa squadra, che ne ha davvero bisogno ora più che mai!
In quel di Pontebba i locali ricevono in casa la formazione agordina dell’Alleghe; sarà molto dura per le civette espugnare le mura friulane, poiché Carpano e company in casa sembrano davvero degli extraterrestri e lottano sempre fino alla fine. Sicuramente le aquile vorranno riscattare il passo falso di Bolzano e approfittare della pausa del Fassa per staccarlo in classifica, ma gli agordini pure hanno voglia di fare uno sgambetto alle aquile, poiché distano solo due punti in classifica dagli avversari.

_____________________________________________

di Alessandro R.

Tempo di feste, ma non per la Rbk hockeycup, che scende sul ghiaccio anche a Santo Stefano.
Quattro sfide tutte da seguire, ma occhi puntati su due campi principalmente.
Alla Ritten Arena va in scena un sentitissimo derby tra Renon e Bolzano: per il Renon possibilità ghiotta di allungare e continuare la propriamarcia, mentre le volpi cercano -specialmente dopo l’acquisto di Corupe- di fare il salto di qualità e confermarsi squadra di vertice. Attenzione anche alla sfida dell’Olimpico, la riedizione della finale dello scorso campionato: il Cortina non naviga in buone acque, ma i tifosi sperano che il nuovo coach Frycer imprima una svolta alla stagione; il Milano è in un periodo di lieve flessione, ma il calo sembra essere fisiologico viste le assenze che hanno costretto agli straordinari la truppa di Insam prima della sosta. Al Vuerich sfida tra due sqaudr eche vogliono emergere: il Pontebba è sqaudra ostica e capace di qualsiasi risultato; l’Alleghe non è più la sqaudra di inizio stagione, anche se le assenze di Hell e Manuel DeToni (forse l’attaccante recuperereà per stasera) hanno creato non pochi problemi a coach Ivany.