23ª giornata… ai nastri di partenza!

di Alessandro R.

Passato il turno di givoedì, che ha segnato il ritorno sul ghiaccio del campionato dopo la sosta per gli impegni della nazionale under20, la serie A torna anche al consueto appuntamento del sabato.
Con una partita già disputata -Milano-Fassa è stata giocata martedì (3-3) per l’indisponibilità odierna del PalaAgorà- il calendario prevede altri tre scontri tutti da seguire.
La giornata si apre alle 19.30 a Bolzano, dove i padroni di casa attendono un Pontebba "ringalluzzito" dal prestigioso successo contro la seconda della classe Milano. Ma attenzione anche al Bolzano, che dopo l’acquisto di Corupe può vantare una prima linea da paura (Ansoldi L.-Mihaly-Corupe). D’altro canto, da quando Vassiliev ha recuperato tutti i suoi effettivi il Pontebba è diventata una sqaudra insidiosa, tanto da occupare il terzo posto della graduatoria; il Bolzano invece deve ancora dimostrare tutto il suo potenziale: basterà il nuovo acquisto per dare una scossa all’ambiente?

Occhi puntati anche sul DeToni, dove va in scena l’incontro tra Alleghe e Renon. Nel precedente girone il match segnò la rinascita delle civette, capaci di iniziare una strisica positiva interrotta proprio giovedì dal Fassa. Tra le civette assente quasi certamente il golie titolare Hell; da verificare le condizioni dell’influenzato Manuel DeToni, la cui assenza ha causato problemi di rotazioni contro il Fassa. Per i Rittner Buam qualche acciacco, ma la squadra che ha sconfitto il Valpusteria dovrebbe essere riconfermata in blocco.
Sfida interessante anche al LungoRienza tra Valpusteria e Cortina: i lupi sono reduci dalla sconfitta contro il Renon ma, anche se il punteggio li ha condannati, si può dire che abbiano venduto cara la pelle; per il Cortina l’inutile pareggio casalingo contro l’Asiago non ha cambiato la situazione, anzi per dare una scossa alla squadra la dirigenza ha deciso di cambiare allenatore: esonerato Gosselin, arriva sulla panchina cortinese Miroslav Frycer, già conosciuto nel campionato italinao avendo allenato in precedenza Merano e Renon.