U26 – il Pergine conquista il derby sul Trento

di Valentino Magagni

Mercoledi sera al palaghiaccio di Pergine è stata recuperata la partita Pergine-Trento, rinviata causa mancanza degli arbitri. Era un incontro atteso da molti dato che erano più di dieci anni che le due formazioni non si scontravano.
Le due squadre sono scese in campo allo stadio del ghiaccio di Pergine in un’atmosfera carica di tensione e dal profumo di derby, un derby doppio, sotto il punto di vista geografico e logistico. Infatti il Trento trae molti dei suoi giocatori dall’Asiago, vecchia società con cui il Pergine aveva un rapporto di farm team.

Le penalità inflitte dal direttore di gara sono soltanto per falli di disturbo come sgambetto, ostruzione ed altri per un totale di 12 minuti per il Pergine e 28 per il Trento.

Il primo tempo inizia con la squadra di casa, che trovandosi in superiorità numerica, va a segno al quarto minuto con Vanzo assistito da Costantino e da Sitton. Subito dopo però arriva un pareggio lampo della squadra ospite con Tessari M. assitito da Testa che ruba un disco che sembrava ormai nel guanto del portiere bianco-rosso.

La squadra di casa però non si lascia prendere dallo sconforto per il gol subito e infatti arriva un’altra rete per l’AS Hockey Pergine, questa volta con Bertoldi assistito da Felicetti al minuto 5.25.
Il primo tempo termina così con una rete di vantaggio per la squadra di casa e dopo i 15 minuti di riposo inizia un secondo tempo ricco di sorprese.
La squadra di casa dopo 10 minuti di gioco va in black-out e subisce in 3 minuti due gol, il primo ai 33.54 ad opera sempre di Tessari M., assistito da Busa, e il secondo ai 35.49 da Testa assistito da Tessari N. e da Busa. Il resto dei 20 minuti continua senza grosse azioni rilevanti.
Le marcature del terzo tempo si aprono prestissimo con Piva, assistito da Demattio, che trova la rete dopo soli 24 secondi riportando così il punteggio alla parità. Ed è di nuovo il penalty killing a portare in svantaggio la squadra del capoluogo Trentino, difatti a 4 minuti e 36 dall’inizio del terzo tempo, De Polo trova il gol con l’aiuto di Vicentini.
I giochi sembravano fatti, 4 a 3 per il Pergine. Ma a meno di 7 minuti dalla fine il Trento trova il gol dopo un errore difensivo a seguito di un ingaggio in zona d’attacco della squadra di casa. Ma l’orgoglio di quest’ultima riesce a riportare la situazione sui giusti binari pur trovandosi in inferiorità numerica. Poco dopo il quarto gol gialloblu Costantino prende il disco e scarta tutta la squadra avversaria trovando la rete e portando così la sua squadra alla vittoria.

Con il risultato di 5-4 il Pergine mantiene la terza posizione in classifica anche avendo una partita di meno rispetto al suo diretto avversario, il Dobbiaco (rispettivamente 9 e 10 punti).
Sabato 1/11 alle 18.30 giocherà contro il Feltreghiaccio, formazione che nulla ha da invidiare alle Linci.