Cortina – Asiago: la cronaca

di Alberto Manaigo

CORTINA – ASIAGO 6-1 (1-1/3-0/2-0)

Si gioca il recupero della 4° giornata all’Olimpico di Cortina: la formazione di casa affronta l’Asiago nel re-match di quella che è stata l’ultima giornata di Campionato prima della sosta per gli impegni della nazionale. I vicentini devono fare a meno di Rodeghiero mentre per gli ampezzani si annoverano le defezioni di Mike Souza e di Andrea Moser.

La partita inizia senza che nei primi minuti ci siano azioni di rilievo: due belle discese di Deschenes che terminano con altrettanti tiri scaldano i gambali di Bellissimo. Sull’altro fronte è Stanley a provare l’azione personale ed a saggiare i riflessi di Maund. Al 7:14 con Adami in panca puniti De Bettin riceve nel proprio terzo direttamente da Maund, si invola da solo sulla destra e lascia partire uno slap che si infila nel sette alla sinistra di Bellissimo per il vantaggio dei padroni di casa. L’Asiago potrebbe pareggiare un paio di minuti più tardi con Parco: la conclusione del capitano degli asiaghesi finisce di poco a lato. Al 12:15 ancora Asiago: Matteo Tessari entra nel terzo lascia partire un tiro respinto da Maund e riesce anche a raccogliere il rebound sparandolo, però, a lato. E’ il preludio del pareggio: Surma controlla non senza difficoltà il puck ostacolato dai terzini ampezzani, ma riesce a girarsi e con una conclusione precisa beffa Maund sul secondo palo. Poco prima era stato Deschenes ad avere sulla stecca il puck del raddoppio: un velocissimo Cote aveva messo in mezzo, ma il tap-in del canadese aveva trovato l’opposizione di Bellissimo.

Il Cortina non riesce a capitalizzare il primo powerplay della serata (2 minuti a De Frenza per un brutto fallo su Chelodi) ed il primo tempo termina in parità.

La seconda frazione del gioco inizia col Cortina che tiene il pallino del gioco, ma con un Asiago sempre pronto a colpire: ne è testimonianza l’azione iniziata da Surma al settimo minuto e bloccata da Maund dopo i rebound di De Frenza e Stanley. I ragazzi di Gosselin vanno in rete per il doppio vantaggio all’8:13: Chelodi lavora bene un disco e lo offre a De Bettin che vede l’accorrente Savoia. Il passaggio del capitano biancoceleste è preciso e l’ex meneghino batte con un tiro al volo Bellissimo insaccando sotto alla traversa. I padroni di casa sentono che è il momento di spingere sull’acceleratore e si rendono nuovamente pericolosi con Chelodi pochi istanti più tardi. Sull’altro versante sono prima Stanley con una doppia conclusione e poi Plastino dalla blu ad impensierire Maund. Al 16:08 la terza marcatura ampezzana: eccezionale lavoro di Deschenes che recupera il puck, lo protegge per attendere l’arrivo dei compagni di linea e lo offre in mezzo a Cote che arriva a rimorchio ed insacca. Prima del termine del periodo centrale c’è tempo anche per la prima marcatura in questa stagione di Kiki Timpone, schierato questa sera in prima linea al posto di Souza: in situazione di powerplay ancora ottimo lavoro di Deschenes e Cote che favoriscono la marcatura dell’ex capitano bolzanino.

Negli ultimi 20 minuti di gioco è ovviamente l’Asiago a dover fare la partita per cercare di colmare il passivo, ma nonostante questo il Cortina non rinuncia di certo a giocare e dopo aver sventato alcune occasioni dei vicentini allunga ulteriormente ancora in powerplay. De Bettin e Savoia smarcano al tiro Smith che spara dalla blu ed insacca nel sette alla sinistra di Bellissimo. A risultato ormai acquisito al 18:19 viene fischiata la penalità di troppi uomini in campo ai ragazzi di Camazzola: ne segue un rigore che Savoia insacca non senza un pizzico di fortuna.

Seconda vittoria consecutiva, dunque, per gli ampezzani che con questi 2 punti si portano a centro classifica e raggiungono Bolzano e Fassa: nella giornata di giovedì Gosselin e i suoi ragazzi incontreranno il Val Pusteria.