Black Angels – HC Bergamo: Quando l’orgoglio non basta

comunicato stampa

Dopo aver osservato i risultati dell’HC Bergamo contro le squadre appartenenti alla stessa fascia (9-1 ai Diavoli e 10-4 al CUS), i Black Angels Milano si aspettavano una partita decisamente ostica ed infatti è ciò che hanno avuto.
Gli orobici si sono dimostrati rapidi, ordinati e anche un po’ fortunati, il che non guasta mai.
I grigioneri, dal canto loro, hanno difeso tenacemente e molto ordinatamente per gran parte della gara, cedendo solo nel finale a causa di una maggior freschezza degli avversai.
Gli ospiti vanno in vantaggio con un tiro di Massa che colpisce il pattino di un difensore e rimbalza prima sul gambale di Benatti e termina la sua carambolante traiettoria in fondo alla rete..
Per tutto il primo periodo assistiamo a sterili attacchi dei padroni di casa che finiscono per concedere pericolose ripartenze agli ospiti, ma nessun altro giocatore finirà sul tabellino marcatori fino al secondo periodo, quando Roberto Bedini approfitta di una doppia superiorità per riagguantare il pareggio.

Il Bergamo riprende gli assalti, spronati dal ritorno dei padroni di casa e si riportano in vantaggio grazie ad un tiro preciso di Longaretti che trova l’angolo alto della porta meneghina.
Il secondo periodo si rivela molto probante per gli Angeli, che nel terzo tempo concedono ancora due reti ai giallorossi con Tanchis e nuovamente Massa, complice la stanchezza risultante dal dover tenere il passo dei rapidi bergamaschi.
Da notare (e non ce ne vogliano gli amici in maglia bianconera), un arbitraggio abbastanza incerto del duo Surina e Spagnolo, che nonostante non abbiano sbilanciato l’incontro in favore di l’una o l’altra squadra, hanno chiamato diverse discutibili penalità che certo non hanno aiutato il fluire del gioco.
Nel complesso una partita bella, dai toni marcati, da cui emerge una discreta superiorità ospite e l’orgoglio ma anche l’imprecisione dei padroni di casa che dovranno fare i conti anche con un eccessivo nervosismo che ha fruttato ben 22 minuti di penalità.
Tutte cose su cui lavorare, in previsione della durissima trasferta di Varese che i Black Angels dovranno affrontare fra sette giorni.

Redazione Internet Black Angels