DEL: Il punto dopo la 21a giornata

di Andrea Turchet

Non cambia niente rispetto a 7 giorni fa, in vetta a questa DEL 2007/2008.
Berlino e Francoforte a braccetto con 43 punti accumulati lungo il cammino, ma nella partita di domenica gli orsi polari hanno sprecato la prima occasioni di fuga, perdendo in casa di Mannheim, che pare dalle ultime partite si stia riprendendo. 5 a 4 il risultato in favore della aquile. Aquile che in precedenza avevano ricevuto e battuto anche Augsburg, per 3 ad 1. Risultato e partita convincente, che da ai tifosi blau la speranza di poter vedere i campioni in carica difendere il loro titolo, ma dalla seconda metà della classifica la strada è ancora lunga.
Tornando a Berlino, si è fermato alla 20a giornata il filotto di 6 vittorie consecutive che ha portato la squadra di Greg Poss (che contrariamente a quanto era stato annunciato, non sarà alla guida della nazionale statunitense nella Deutschland Cup per il mancato permesso della dirigenza berlinese) nella meritata prima posizione. Le ultime vittorie della serie sono state quella casalinga nel big match con Norimberga (convincente 5 a 2 con doppietta di Andy Roach), e quella esterna di Duisburg (altrettanto meritato 4 a 1).

Le volpi continuano a non dare segni di vita e vengono sconfitte anche dai Lions per 8 a 2 (5 gol ed una assist per Richie Regehr, nella partita d’esordio di Robert Müller) e dagli Haie per 3 a 2 (a nulla serve il risveglio di Daniel Tkaczuk che mette a segno la seconda marcatura della sua stagione). Non sembra giovare quindi la cura Müller, autore comunque di 2 buone partite, se si eccettua l’esordio.
Francoforte rischia invece nel finale di essere rimontata dai Metro Stars di Dusseldorf dopo una partita largamente messa in cassaforte (5 a 2 a 3 minuti e mezzo dalla sirena finale). In evidenza i fratelli Ulmer, con 2 gol per Layne, ed uno per Jeff.
Ice Tigers che seguono dunque, in compagnia di Colonia, il tandem di testa. Entrambe le formazioni sono a quota 38 punti. Per Norimberga oltre alla sconfitta sopracitata anche una vittoria sul ghiaccio amico contro Straubing (5 a 2 il finale), ed una esterna per 4 a 3 ad Ingolstadt. In gol in entrambe le partite Ahren Nittel Spylo, 16+4 in 20 gare per lui fin’ora.
I Kölner Haie invece 9 punti in 3 partite anche con le vittorie su Iserlohn (6 a 4) e Amburgo (4 a 2) in trasferta. Da segnalare il turno di panca per Travis Scott. Nel primo di questi 2 match Dave McLlwain prende la penalità partita (e successivamente gli vengono comminate 3 giornate di squalifica) per aver reagito ad una carica di Brendan Buckley.
Quinti in graduatoria, gli Iserlohn Roosters sono stati protagonisti di una fortunosa vittoria in quel di Hannover per 4 a 3, decide Maracle con 43 salvataggi su 45 tiri, e domenica di un secco 3 a 0 rifilato, sul ghiaccio amico, a Straubing con shutout per il goalie canadese.
E proprio i Tigers, sconfitti anche martedì in casa con i Freezers per 1 a 4. I padroni di casa molto meno opportunisti degli ospiti nelle occasioni da gol, confermano la loro penultima posizione.
Un solo scalino sopra si trovano i Grizzly Adams che collezionano l’ennesimo zero su 2. Pesante la sconfitta interna contro gli ex “coinquilini” Augsburger per 4 a 3, non basta la doppietta di Tony Voce per risollevare le sorti della partita; sconsolante quella nella 21sima di regular season a Krefeld. Nonostante il vantaggio iniziale il team guidato da Anton Krinner, non riesce a battere un ottimo Reto Pavoni, e subisce poi 3 reti.
La lotta per uscire dalle zone basse, ed allontanarsi dagli scomodi ultimi posti registra molti scontri diretti. I Penguine, seppur ai rigori, sconfiggono prima gli Scorpions (ma Krefeld aveva comunque avuto meritato di più durante i 65 minuti) e poi i Metro Stars a Dusseldorf. Partita, questa, a doppio senso, con parziale iniziale in favore dei pinguini (6 a 0 al 30’) e rimonta non completata degli ospiti (4 gol nella seconda metà dell’incontro).
Anche Augsburg mette in cassa 3 punti importantissimi grazie alla vittoria per 3 a 2 di domenica, quando ospitava Amburgo, con il secondo gol ospite, di Andy Delmore, che arriva solamente a 30 secondi dalla fine.
Da registrare anche lo scontro diretto per il settimo posto, vinto da Ingolstadt a Dusseldorf per 3 ad 1. Gol iniziale di Patrick Reimer per i locali, poi rimonta vittoriosa degli ospiti guidata da Yannic Seidenberg (doppietta) e Vince Bellissimo, per lui anche i 2 assist.

Tags: ,