Al Cortina il derby di Asiago

di Davide Trevisan

ASIAGO-CORTINA 2-5 (0-3;1-0;1-2)

Davanti a circa 1200 persone è andato in scena il derby veneto tra Emisfero Ipermercati Asiago e Cortina valevole per la 13esima giornata di campionato. I due punti sono andati meritatamente ai cortinesi che hanno costruito la vittoria nella prima frazione assolutamente dominata e chiusa sul 3 a 0. Asiago che scende in pista privo di Luca Roffo ma che recupera finalmente Capitan John Parco apparso già in ottima forma. Cliff Loya è l’unico ex, nelle fila asiaghesi, dell’incontro. Ospiti che scendono in pista con l’intero organico a disposizione tra cui gli ex Giorgio De Bettin e Luigi Da Corte.
Dopo un minuto subito superiorità per gli ospiti che diventa doppia quando pochi secondi dopo assieme a Loya è Dave MacIsaac ad accomodarsi in panca puniti. Il Cortina gioca bene ma Bellissimo si destreggia alla grande tra i pali salvo poi capitolare sul finire della superiorità su Cote su cui nulla può l’estremo giallorosso. L’Asiago accusa il colpo e non riesce a distendersi bene sul campo con la manovra a risultare spesso confusa. Al 7’ ci prova il capitano a suonare la carica ma la sua bordata è preda dell’attento Maund; sul ribaltamento di fronte Souza non riesce ad approfittare di un lento cambio di linea della difesa asiaghese. Pochi attimi dopo Alberti si fa cogliere dal capoarbitro in azione fallosa. La conseguente superiorità è giocata ottimamente dalla squadra di coach Camazzola ma Stanley due volte, MacIsaac e Loya trovano sulla loro strada l’ottima opposizione del portiere. Al 12’ un po’ a sorpresa arriva il raddoppio degli ospiti: Savoia da dietro porta mette il disco in mezzo che, dopo una serie di carambole, finisce la sua corsa in rete. Neanche il raddoppio scuote la formazione di casa che non riesce ad imbastire nessuna azione degna di nota. Sul finire di tempo arriva così la terza rete ancora una volta in powerplay. Con Surma in panca puniti è Souza a ribadire in rete il puck respinto due volte da Bellissimo.

L’Asiago che ritorna in pista è un’altra squadra rispetto al primo tempo; nel primo giro di lancette è infatti un assedio alla porta di Maund decisivo in almeno tre occasioni. Al 24’ minuto, con Menardi in panca puniti, è clamoroso l’errore di Borrelli che da due metri non riesce a freddare Maund. Al 25’ Asiago in doppia superiorità per quasi due minuti ma nonostante una buona circolazione di disco gli unici tentativi, non a buon fine, sono quelli di Macisaac prima e di Surma poi. E’ costante comunque la pressione dei giallorossi con il tempo che si disputa praticamente a una porta sola. Nelle rare ripartenze il Cortina ha comunque seriamente rischiato di fare male alla retroguardia giallorossa come al 30’ quando Bellissimo si deve superare per dire no a Menardi, poi è Cote a sfiorare la rete ma il suo tiro finisce fuori di poco. Ma è ancora Asiago a sfiorare il gol con Busa che si “mangia” l’impossibile davanti a Maund. Giallorossi che tengono costantemente in apprensione la difesa ospite e arriva finalmente il gol che riapre la partita. Al 37’ è di John Parco la “veronica” vincente che riapre la sfida. Un minuto dopo occasione per Surma che, dopo aver dribblato un difensore, aspetta troppo e si fa contrastare la conclusione.
Si torna in pista ed è subito una doccia freddissima per i giallorossi. Dopo 36 secondi infatti Souza approfitta di un erroraccio dei padroni di casa per portare a quattro le marcature del Cortina. La reazione dell’Asiago è rabbiosa e porta quasi subito alla seconda rete; a firmarla ancora una volta il capitano John Parco che conclude una splendida azione personale con un rovescio che si spegne all’incrocio dei pali. Il gol galvanizza i padroni di casa che per qualche minuto attaccano con convinzione senza trovare però il guizzo vincente. Guizzo che trova invece l’ottimo Mike Souza che al 49’ mette a segno la sua personale tripletta della serata chiudendo di fatto la partita. Asiago che accusa il colpo e, complice anche la stanchezza accumulata in questo filotto di partite, riesce a rendersi pericoloso in una sola occasione quando a due minuti dalla fine è il palo a negare la gioia del gol a Surma.

MARCATORI: 2.44 Cote in 2PP(Weendrebrun, Souza); 12.28 Savoia (Da Corte, Chelodi); 18.02 Souza in PP (Da Corte, Cote); 37.13 Parco in PP (Borrelli, Rodeghiero); 40.36 Souza; 44.19 Parco (Borrelli, MacIsaac); 49.01 Souza (Dyment, Cote).

EMISFERO IPERMERCATI ASIAGO: Bellissimo, Pavone; Basso, Loya (A1), MacIsaac, Plastino, Rossi, Testa; Benetti, Borrelli, Busa, Defrenza, Parco (C), Rodeghiero (A2), Roffo, Stanley, Strazzabosco, Surma, Tessari M, Tessari N.
CORTINA: Alberti A, Maund; Da Corte, Dyment, Mulick, Smith, Wedderburn, Zandonella; Adami, Alberti F, Chelodi, Cote, De Bettin, Deschenes, Menardi, Moser, Savoia, Souza, Timpone.

ARBITRI: Soraperra (Moschen A, Waldthaler)