19ª giornata: derby al Lugano, perde il Davos

di Matteo P.

Servette-Kloten 2-1 (2-1,0-0,0-0)

Il Servette si conferma terza forza del campionato battendo a "Les Vernets" il Kloten. Succede tutto nel primo periodo: dapprima gli ospiti si portano in vantaggio con Rintanen, i ginevrini reagiscono con Kolnik e passano poi in vantaggio con Cadieux.

Basilea-Langnau 3-8 (0-3,2-2,1-3)

Tutto facile per il Langnau che supera agevolmente il Basilea e continua a respirare aria da medio-alta classifica. La nota più positiva in casa dei bernesi è che quest’anno sembrano aver trovato un buon rendimento anche lontano dalla Ilfis.

Lugano-Ambrì 3-0 (1-0,2-0,0-0)

Torna alla vittoria il Lugano che sconfigge 3-0 l’Ambrì e vince così il terzo derby stagionale. Partita non bellissima da vedere, con i padroni di casa più presenti degli ospiti in attacco. Alla fine il risultato finale premia quindi i maggiori sforzi dei bianconeri, mentre i leventinesi hanno disputato una partita senza particolari sussulti. Hanno assistito alla partita 6696 spettatori.

Rapperswil-Davos 2-1 (1-0,1-0,0-1)

L’ex-Lido di Rapperswil si conferma pista stregata per i campioni svizzeri che, come quindici giorni fa, vengono sconfitti dai padroni di casa. Le reti dei sangallesi sono state messe a segno da Nordgren e Roest, mentre l’unico punto grigonese è stato siglato da Guggisberg.

Zugo-Zurigo 3-2 (1-1,1-1,1-0)

Con un goal a 27 secondi dalla sirena finale lo Zugo batte lo Zurigo e conferma così la propria quarta piazza. Match molto equilibrato, con la penalità di Seger (Zsc, 59:16) che ha permesso a Di Pietro di bucare Sulander in power-play.

Tags: