Casate – Ambrosiana98: il commento

HC CASATE – AMBROSIANA98 H.C. 4–1 (0-1; 3-0; 1-0)

Serata delle streghe per i milanesi sulla fredda pista di Casate, sconfitti in una strana partita 4 a 1 dai padroni di casa risultati più ordinati e meno spreconi davanti porta.
Nel primo tempo l’allenatore Freda schiera sul ghiaccio tre linee d’attacco con otto giocatori ma è costretto nel secondo periodo a due, per la resa di Tansi, colpito al braccio durante il riscaldamento.
I milanesi si rendono subito pericolosi col capitano Bressan che perde il disco al momento del tiro. Passano pochi minuti e Rovida, in penalty killing, porta in vantaggio l’Ambrosiana su assist di Bressan. La partita risulta piacevole e veloce con i biancoverdi in difficoltà nei controlli ma più incisivi nei tiri e con due rigori dubbi non dati a Rovida e Bressan. Ghiradelli risolve con bravura due situazioni da rete e il tempo finisce 0 a 1 !

Nel secondo tempo le streghe continuano ad operare; i comaschi risultano trasformati, pareggiano dopo 48 secondi col solito Vaccani, autore di ben tre reti, grazie ad un regalo di Paties/Vernetti. Continuano a dominare il gioco e al 27° passano in vantaggio ancora su un errore dei biancoverdi.
Subito dopo inizia la sagra dei gol incredibilmente mancati, soli dinanzi al portiere, con Perrotti, Rovida e
Bressan. La conferma di una serata strana è data dall’errore clamoroso del bravo Ghirardelli su un innocuo tiro da metà campo che s’insacca in rete al 37°. Non è finita ….Paties tutto solo spiazza il portiere prima del fischio di chiusura, sembra rete, ma il tiro imparabile finisce all’incrocio dei pali !!
Nel terzo tempo la partita risulta modificata da numerose espulsioni nelle due squadre e dopo l’espulsione dal campo del comasco Casartelli, arrivano 10’ di penalità per il terzino Lefter che compromettono l’assetto della ridotta difesa. I milanesi reagiscono ma sono ancora i soliti a mancare numerose occasioni da gol.
La partita finisce con un palo dei padroni di casa e con la rete della beffa al 51°.