Asiago esce alla distanza: Pontebba al tappeto

di Davide Trevisan

ASIAGO-PONTEBBA 4-2 (1-1;0-0;3-1)

Bella prova dei ragazzi di coach Camazzola che si sono imposti per 4 a 2 dinanzi al Pontebba. Determinante il terzo periodo giocato ottimamente e concluso sul 3 a 1. Dopo una sola settimana tornano a sfidarsi Emisfero Ipermercati Asiago e Aquile Pontebba; questa volta però a campi invertiti. I giallorossi scendono in pista privi di Mosele e Parco ma recuperano in extremis Borrelli. Ospiti invece privi di Cooper, Hecl e Jas. Numerosi gli ex in entrambe le squadre: per l’Asiago Rossi, DeFrenza e Busa mentre tra i friulani Ambrosi, Armani, Ciresa, Cooper, Dell’Olio, Rigoni e Romano.
I primi dieci minuti della partita sono appannaggio degli ospiti che tengono sempre in mano il pallino del gioco grazie anche a tre penalità quasi consecutive inflitte ai padroni di casa dal capoarbitro Gagliardi. Dopo numerosi tentativi a dir la verità un po’ sconclusionati arriva al 9’ il meritato vantaggio per i friulani: dopo una bella azione di Ciresa è Aquino a bucare Bellissimo tra i gambali. Poco dopo Romano potrebbe siglare il classico gol dell’ex presentandosi tutto solo nel terzo avversario ma non riesce però a superare il portiere. A metà frazione prima superiorità anche per i padroni di casa ma le idee cono confuse e non arrivano pericoli dalle parti di Carpano. Al 15’ ci prova Matteo Tessari ma senza troppa fortuna. Al 17’ arriva finalmente il gol del pareggio: in situazione di powerplay è ottimo il guizzo dell’ex Defrenza che scarta Carpano e segna a porta sguarnita.

Secondo tempo che inizia sotto il segno del Pontebba che sfiora più volte il vantaggio non riuscendo però a capitalizzare 4 minuti consecutivi con l’uomo in più. Le occasioni più clamorose sono sulle stecche di Cavanaugh prima e Lefebvre poi ma Bellissimo è superlativo. Al 28 occasione per Benetti che impegna severamente Carpano sul primo palo; poi è ancora il suo collega a superarsi su doppio tentativo di Romano da distanza ravvicinata. Nel finale di tempo latitano le occasioni con le due squadre che si affrontano apertamente senza però approfittare delle rispettive chance avute in superiorità numerica.
Inizio di ripresa con Asiago subito pericoloso con Borrelli prima e Testa poi che costringono Carpano a due buoni interventi. Il Pontebba patisce la supremazia dei giallorossi e Lefebvre al 46’ è costretto al fallo; sulla susseguente superiorità arriva il meritato gol: Loya tira dalla blu in direzione di DeFrenza che spizzica il puck quel tanto che basta per spiazzare l’ex goalie della nazionale. Neanche il tempo di rimettere il puck a centropista che Surma si invola sulla destra, si accentra e tira, Carpano riesce solo a respingere e sul rebound l’italo-americano ribadisce in rete per il 3 a 1. La reazione degli ospiti, caparbia, porta al gol che riapre il match: protagonista è Lefebvre che, dall’alto della sua classe ed esperienza, non fallisce il tiro da circa tre metri che si infila alle spalle di Bellissimo. Partita che resta in equilibrio per qualche minuto prima di essere chiusa al minuto 52. Chris Stanley infatti riceve disco dal “gemello” Surma e spedisce il puck imparabile nella angolo alto alla sinistra di un incolpevole Carpano. Nel finale c’è spazio per un paio di conclusioni di Lutz dalla blu e per una brutta gomitata di Cavanaugh ai danni di Surma ma le aquile ormai non ne hanno più e pochi secondi prima del suono della sirena c’è spazio per uno splendido slalom di Stanley che esalta i riflessi di Carpano.

MARCATORI: 09.20 Aquino in PP(Ciresa); 17.42 DeFrenza in PP (Surma, Loya); 47.25 DeFrenza in PP (Loya, Testa); 47.43 Surma (DeFrenza); 49.50 Lefebvre in PP (Margoni);
52.Stanley (Surma)
53.
EMISFERO IPERMERCATI ASIAGO: Bellissimo, Pavone; Basso, Loya (A1), MacIsaac, Plastino, Rossi, Testa; Benetti, Borrelli, Busa, Defrenza, Rodeghiero (C), Roffo, Stanley, Strazzabosco, Surma, Tessari M, Tessari N.
PONTEBBA: Carpano, Dell’Olio; Ambrosi, Armani, Betti, Eronen, Lutz; Aquino, Burgess, Cavanaugh, Ciresa, Demetz, Lefebvre, Margoni, Rigoni, Romano, Stampfer, Vernaccini.

ARBITRI: Gagliardi (Moschen A, Zatta)