Pontebba-Asiago: due periodi allegri, poi Bellissimo e Carpano chiudono la porta

di Cristian Pascottini

PONTEBBA – ASIAGO 4-4 (2:2, 2:2; 0:0)

Nel recupero della seconda giornata di Serie A1 RBK Hockey Cup avversarie al Claudio Vuerich di Pontebba, Aquile ed Asiago, due compagini piene zeppe di ex (Ciresa, Ambrosi, Rigoni, Armani, Cooper, Romano, Dell’Olio nel Pontebba e Busa, DeFrenza, Rossi nell’Asiago). Il tecnico dei friulani Vasiliev deve fare i conti con una formazione rimaneggiata non potendo schierare il difensore Cooper e gli attaccanti Lefebvre, Jas e Vernaccini, mentre l’allenatore dell’Asiago Camazzola, si ritrova privo di Parco e Mosele.
Incontro diretto da Leandro Soraperra assistito da Michele Gastaldelli ed Andrea Benvegnù.

Ritmo subito alto con già al primo minuto un’occasione per Burgess ma il giovane goalie Bellissimo si fa trovare pronto respingendo guantone. Asiago pericoloso al quarto minuto in una situazione di 4 contro 4; i padroni di casa si rifanno vivi al settimo minuto con una percussione di Margoni e Romano che liberano al tiro Aquino ed al nono minuto con una conclusione ravvicinata di Cavanaugh. La rispsta degli stellati ad opera di DeFrenza e Surma in successione.

A metà periodo l’incontro si infiamma: è l’undicesimo quando arriva la classica rete dell’ex "Frankie" DeFrenza che approfitta di un incomprensione dei friulani in zona neutra e buca Carpano dalla distanza. Successivamente Chris Stanley non impatta col disco liberissimo davanti a Carpano in una situazione di 4 contro 4 e, sul rovesciamento, Eronen si vede parare da Bellissimo un disco che sembrava già in rete. Di lì a poco Aquino approfitta dell’uomo in più (Benetti in panca puniti) ed infila il disco del pareggio entrando veloce in zona dell’Asiago lanciato da Carpano. Riprende il gioco con la stessa linea d’attacco sul ghiaccio per le Aquile ed un’azione corale porta al raddoppio friulano di Nick Romano.
Il ritmo non scende ed al diciassettesimo minuto Stanley in PP riporta in parità l’incontro approfittando di un disco non trattenuto da Carpano dopo una prima opposizione su un tiro del difensore Mac Isaac. L’Asiago chiude il periodo in avanti quando Surma lanciato in contropiede perde l’attimo giusto per battere l’estremo friulano.

Seconda frazione che parte subito con due inferiorità per il Pontebba (Armani prima e poi Betti): manovrano bene Loya e Plastino sulla blu servendo Stanley che libero di avvicinarsi insacca il nuovo vantaggio ospite.
Il gioco è vivo ed il Pontebba non si fa sfuggire una ghiotta opportunità in 5 contro 3 al settimo minuto: le doppie conclusioni di Romano ed Eronen vedono le ottime risposte di Bellissimo, il quale non può nulla sul tiro di Lutz (l’Asiago si trovava con Stanley privo del bastone).
Pronta la risposta degli stellati con DeFrenza che ancora una volta non perdona l’errore in fase difensiva dei suoi ex compagni: è 4 a 3 per l’Asiago.
A cinque minuti dal termine della frazione centrale le Aquile si vedono fischiare una serie di penalità che portano l’Asiago a giocare svariati secondi in doppia superiorità non riuscendo però a trovare il varco giusto e, d’altro canto, le Aquile pungono in contropiede con una pericolosa conclusione di capitan Margoni.
Il drittel si conclude con il Pontebba alla ricerca del pareggio in superiorità numerica che arriva con un missile di Lutz dalla blu scagliato di prima intenzione sul servizio di Burgess.

Le Aquile, superata indenne l’inferiorità numerica (Lutz in panca puniti) che apre il terzo ed ultimo periodo di gioco, tentano di imporre il loro gioco sfruttando non solo la buona serata della linea Aquino-Cavanaugh-Romano ma anche i buchi lasciati dalla difesa asiaghese, a cui ultimo baluardo si erige il portiere Daniel Bellissimo in diverse occasioni.
Spingono sull’acceleratore i padroni di casa ma comincia a mancare la lucidità in fase di finalizzazione, fatto che esalta ancora di più le gesta del goalie ospite, assoluto protagonista del terzo periodo. Il collega avversario, Andrea Carpano, è impegnato raramente, ma quando accade si tratta di situazioni pericolose, in particolare quando Benetti si mangia un uno contro zero.
Colpi proibiti al diciasettesimo fra Surma e Lutz ed ampi spazi per le due squadre che si trovano a giocare per due minuti in 4 contro 4: Pontebba vicino alla rete, ma la conclusione di Hecl trova l’ennesima opposizione finale di Bellissimo.
L’incontro termina così con una parità giusta anche se poco utile ai fini della classifica delle due squadre. Qualche rammarico in più per i padroni di casa che hanno creato maggiori occasioni ed erano smaniosi di tornare alla vittoria dopo la sconfitta casalinga di sabato contro la capolista Renon.

Generali Aquile-FVG Pontebba 4
Emisfero Ipermercati Asiago 4

Parziali: 2-2,2-2,0-0.

Formazioni:
Generali Aquile FVG: Carpano (Dell’Olio); Lutz-Eronen, Betti-Hecl, Ambrosi-Armani; Margoni-Burgess-Rigoni, Aquino-Cavanaugh-Romano, Demetz-Ciresa-Stampfer.
Coach: M. Vassilyev

Emisfero Ipermercati Asiago: Bellissimo (Pavone); Plastino-Mac Isaac, Loya-Basso Testa-Rossi; DeFrenza-Stanley-Surma, Borrelli-Benetti-Rodeghiero, Roffo-M.Tessari-Busa.
Coach: J. Camazzola

Tabellino marcatori:
0-1 11:04 DeFrenza
1-1 13:49 Aquino (Carpano) PP
2-1 14:24 Romano (Cavanaugh, Aquino)
2-2 17:43 Stanley (Mac Isaac) PP
2-3 26:04 Stanley (Loya, Plastino) PP
3-3 28:45 Lutz (Eronen, Cavanaugh) PP2
3-4 31:04 DeFrenza (Loya, Surma)
4-4 39:22 Lutz (Burgess, Rigoni) PP

Penalità: Pontebba 22 minuti, Asiago 20 minuti
Tiri in porta: Pontebba 42, Asiago 32.