Valpellice – Sfuma la vittoria a 12 secondi dalla fine contro l’Appiano

di Paolo Vola:
hcvalpellice.com

Finisce incredibilmente 4 a 4 il big match della sesta giornata del Campionato RBK Hockey Cup contro l’Appiano.
Una Valpe per un tempo grandissima perde mano a mano concentrazione e si fa raggiungere a 12 secondi della fine da un volitivo Appiano che alla fine merita ampiamente il pareggio.
L’inizio è ubriacante; 12 secondi e Sasha Meneghetti su assist di Stricker e Siren batte Pichler.
Valpe padrona della pista e raddoppio al minuto 9 con il solito Alex Silva su assit di Grossi e Donati; Silvagoal si ripete al 16.33 con un azione in controfuga (la Valpe era in inferiorità numerica) con un’azione fotocopia della reta al Caldaro; portiere scartato e disco sotto la traversa di back.
Il primo tempo si chiude con un rotondo 3 a 0 e già si sprecano i commenti della superiorità schiacciante di questa Valpe.

Nel secondo tempo si vede un Appiano più pimapante d una partita più equilibrata; Valpe che amministra al piccolo trotto e 4 a 0 di Tremolaterra con una gran bordata appena entrato nel terzo (assit di Giugliano e Donati).
Finalmente l’Appiano si scuote ed in powerplay riduce lo svantaggio con un gran tiro di Peyton che buca i gambali di Demetz.
Il terzo tempo è tutto degli ospiti che hanno il grande merito di crederci; salgono in cattedra Saul e Barkman, fino a quel momento in ombra, e cambia la musica.
Diciotto secondi e Barkman fa il 4 a 2; i valligiani sempre più convinti di riuscire ad amministrare la partita ed invece, su disattenzione difensiva, sempre Barkman, altro assit di saul, vanno a una sola lunghezza.
Mancano dieci minuti e di colpo sui 1.800 spettatori del Cotta aleggia la paura.. l’Appiano preme, la Valpe non riesce a trovare il goal della sicurezza con Stricker grazie ad una prodezza di Pichler.
Sembra fatta a due minuti dalla fine per una penilità fischiata dall’ottimo Cavazzana a Saul, ma anche Grossi va in panca puniti poco dopo; coach Irwin toglie il portiere e l’Appiano insiste nel powerplay con i biancorossi in grande affanno; Tomasello riesce ad uscire dal terzo ma al momento del tiro verso la porta sguarnita sbatte contro Saul in uscita dalla panca puniti.
Rapida impostazione del powerplay ospite e Sharban trova con millimetrica precisione l’angolino alla sinistra di Demtez; mancano 12 secondi alla sirena e sfumano i 2 punti per gli uomini di Darin.
In sintesi nessun dramma, il campionato è lunghissimo e la Valpe è sempre in testa; sicuramente c’è la sensazione che la squadra si esprima al massimo solo contro gli avversari di categoria superiore (vedi Asiago e Brunico) tendendo a compiacersi un pò troppo della propria forza contro i pari categoria.
In quest’ottica il punto perso ieri sera può essere utile per una riflessione interna tendente a trovare quella concentrazione per tutti i 60 minuti da mettere in pista già giovedì sera nell’insidiosa trasferta di Selva di Gardena e soprattutto domenica prossima per l’attesissimo derby al Cotta Morandini contro l’ASP.