Ligue Magnus: i risultati dell’ottava giornata

di Federico Mazzetta

Nell’ottava giornata si è confermato quanto si è visto finora nel campionato transalpino: continua la fuga dell’Angers, che sembra puntare molto su questo campionato ormai avviatissimo. Dopo un primo drittel in parità contro la Cenerentola Caen, è arrivata la tripletta di Eric Fortier, goleador protagonista del secondo tempo, in cui i padroni di casa hanno preso il sopravvento.
Il Grenoble mira ad essere la vera squadra rivale dei Ducs, con ottime prestazioni in tutte le partite, grazie anche al top scorer Martin Masa, che nell’ottava giornata ha assistito il goal dell’1-3 a Epinal, in una partita che ha visto i Bruleurs de Loups in vantaggio dal 12’ del primo tempo, grazie alla rete di Wallin che ha aperto le danze davanti ai 700 spettatori dello stadio Poissompré di Epinel.
I Diavoli Rossi si rivelano un’ottima squadra a livello nazionale, con spirito di squadra e cooperazione di gioco ad ottimi livelli (settori nei quali Rouen dovrebbe ancora migliorare), tanto che alcuni pronostici non li escludono ancora dalla prima posizione, anche se non sono riusciti a reggere gli scontri diretti con Angèrs e Grenoble. La partita a Villard de Lans è stata di buon livello, con le prime 2 reti di Doucet, sempre in buona sintonia con il compagno belga-canadese Olivier Bouchard e con un’ottima risposta del pubblico, arrivato a quasi 1900 spettatori.

Tours è certamente rientrata benissimo nell’ottica della Ligue Magnus, dopo i due campionati trascorsi in seconda divisione, grazie ai veterani Pazak e Gauthier, dopo una combattutissima partita contro il Mont Blanc, mentre i Pinguini di Morzine sembrano in crisi dopo le partenze di Welch, Drouin et Chéverie, e gli sforzi della squadra e in particolare dei fratelli Rozenthal non sembrano essere sufficienti per mantenere la posizione del team ai livelli dello scorso anno.
Problemi ancora più gravi per i “cugini” Chamois, con un attacco limitato ai soli Riendeau e Aimonetto, circostanza che fa dell’équipe di Chamonix la "nobile decaduta” di Francia. Nell’ottava giornata Chamoni è comunque riuscita a strappare la vittoria contro l’Amiens anche se soltanto al 61’ di gioco su rete di Emil Tobiasson-Harris, assistito da Tobias Granath, come era già avvenuto nel primo goal che aveva permesso il pareggio a soli 9’ dalla fine del terzo tempo, quando per quasi tutto il match l’Amiens era stato in vantaggio grazie alla rete di Brian Henderson.
Lo Strasbourg ha ancora problemi ad ambientarsi nel massimo campionato, ed è la squadra che ha ottenuto più minuti penalità, con difficoltà anche di natura psicologica, tuttavia la risposta del pubblico alsaziano continua ad essere ottima.
La vera vittima del campionato è il Dijon, a causa della mancata apertura dell’impianto comunale, dovuta a problemi nell’impianto di raffreddamento; la riapertura è prevista , ci si augura, entro l’inizio di dicembre.
Il rinvio di molte partite ha causato ovvi “sfalsamenti” in classifica, in un campionato che ha avuto un inizio piuttosto disordinato quanto a scelta di orari delle partite, in quanto si è deciso di adattare gli orari delle gare ai Mondiali di Rugby svoltisi in Francia, per evitare sovrapposizioni che avrebbero forse decrementato gli spettatori dei palaghiaccio transalpini.

Questi i risultati dell’ottava giornata:
Villard-Rouen 3-5 (0-2,1-2,2-1)
Strasbourg-Dijon 2-4 (1-0,0-4,1-0)
Tours-MontBlanc 4-3 OT (0-0,2-2,1-1,1-0)
Angers-Caen 9-3 (3-3,3-0,3-0)
Briançon-Morzine 4-3 (2-0,2-2,0-1)
Épinal-Grenoble 1-4 (1-2,0-2,0-0)
Chamonix-Amiens 2-1 OT (0-1,0-0,1-0,1-0)

La classifica:
Angers 16 (8 partite giocate)
Grenoble 14 (7)
Briançon 12 (8)
Rouen 11 (7)
Tours 10 (8)
Mont-Blanc (8)
Amiens 8 (7)
Morzine 6 (7)
Epinal 6 (8)
Villard 5 (8)
Strasbourg 4 (8)
Dijon 4 (4)
Chamonix 4 (7)
Caen 2 (7)