DEL: Il punto dopo la 13a giornata

di Andrea Turchet

Berlino è, anche dopo questa settimana, la squadra che nella DEL detiene la maggior quantità di vittorie, in rapporto alle partite giocate. La statistica è scesa però al 79%, a causa di un nettissima sconfitta per 4 reti a 0 rimediata nel big match di Francoforte (che ai punti comunque, è la formazione più premiata) in cui è stato protagonista assoluto l’ex Boston Bruins Jay Henderson, che ha realizzato tutte e 4 le marcature, assistito per 3 volte da Radek Krzestan.
Gli Eisbären sono poi riusciti a vincere il secondo incontro, in casa, con Colonia. 3 a 2 il risultato, frutto di due buoni primi periodi. 1 gol ed 1 assist a testa per Deron Quint (14 partite a Bolzano durante il lock-out del 2004/2005) e Denis Pederson.
Per gli Haie invece quella è stata la seconda sconfitta, che ha seguito di poco quella casalinga per 5 a 2 con Hannover. Retrocedono quindi in classifica gli Westfalener, che ora sono quarti con 22 punti.

Rimane in alta quota Norimberga, nonostante i 3 gol subiti, contro l’unico realizzato, nel match di Domenica con Düsseldorf. Da segnalare anche un grande avvio di stagione anche per il goalie Dimitrij Kotschnew.
Vanno a corrente alternata anche i Metro Stars, che si mantengono al quinto posto, ma ritornano da Mannheim con solo un punto in tasca. Il match va alle Adler grazie al gol, dopo 3’35 di overtime, di Eduard Lewandowski.
Non sorride ancora neanche la formazione di Rico Fata, che vince sì l’anticipo della 37sima giornata ad Hannover (dopo i tiri di rigore), ma va poi a perdere nettamente ad Augsburg per 4 ad 1 (in rete anche Rhett Gordon), e si assesta in decima posizione a 9 lunghezze da Francoforte, nonostante una partita in più.
Alle spalle delle prime cinque un terzetto composto da Iserlohn, Hannover e Ingolstadt (quest’ultima con 2 gare disputate in più), appaiate a 19 punti.
Per i Roosters oltre alla soddisfazione di avere 3 topscorer nei primi tre posti (Hock, Wolf e Wren) ci sono anche tre vittorie in sei giorni conquistate ad Amburgo (3 a 4 dopo l’overtime), in casa con i Panther (5 a 1) ed infine a Duisburg (3 a 5). Quest’ultima partita è stata decisa solamente ad un minuto e mezzo dal termine grazie al gol di Michael Wolf.
I Freezers, oltre alla sconfitta di cui sopra hanno recuperato terreno ad Ingolstadt battendo i bavaresi in casa loro per 3 a 0, e lasciando in seguito il bottino pieno alla matricola Wolfsburg (che ha vinto per 5 a 3), ed ora si trovano con 18 punti raccolti e la nona posizione.
Dando un’occhiata alla zona bassa si trovano Straubing ed Augsburg che sono ancora in tempo per agganciare chi le precede, ma non convincono sul piano dei risultati. Fa eccezione il solo match tra Tigers e Scorpions vinto dai padroni di casa per 4 ad 1.
Chiduono i Grizzly Adams (settimana storica, con 2 vittorie, la seconda delle quali in casa con il fanalino di coda Duisburg) e Krefeld Penguine (vittoriosi Venerdì a Straubing per 4 a 3, e sconfitti Domenica in casa da Ingolstadt per 2 a 4) con 13 punti. Fanalino di coda le Füchse Duisburf, che proprio oggi si sono assicurati per l’intera stagione quel Daniel Tkaczuk, che a Milano ancora ricordano col soprannome “Poesia”.

Tags: ,