Battuto il Val Pusteria, avanti tutta

di Paolo Vola:
hcvalpellice.com

Epica impresa dei ragazzi di Darin ieri sera al Cotta Morandini!!
Dopo una partita bellissima, dura e veloce come una semifinale playoff, è stato domato il blasonato Val Pusteria grazie ai tiri di rigore.

1.300 sono gli spettatori (un pò pochini dato l’evento e poi l’epilogo!) e il Val Pusteria sceglie di schierare il supergoalie Gage (ex Edmonton Oilers) tra i 4 transfert card utilizzabili.
L’inizio è da incubo.. 51 secondi e Patrick Bona infila di precisione Demetz. La Valpe prova a riorganizzarsi ma non è facile perchè i pusteresi si chiudono bene e ripartono in velocità.
Per 5 minuti si assiste ad un match dal ritmo supersonico con rapidi rovesciamenti di fronte .. il pubblico comunque si accorge dell’elevato livello della contesa e si diverte.
Prova ne è il raddoppia dei Lupi con Platter lesto a sfruttare un rebound su tiro di Rizzo.

Siamo al decimo e il doppio svantaggio demoralizzerebbe chiunque tranne i valligiani che cominciano ad assediare il terzo di Gage bravo a chiudere su tiro di Siren e su un uno contro zero di Giugliano.
Ci pensa il solito Alex Silva su assist di Donati a trovare il pertugio giusto… sotto 2 a 1 e finisce il tempo.

Il secondo drittel è una battaglia.. dopo 5 minuti discesa coast to coast di Lizotte e gran goal del pareggio, poi il fattaccio: Max Oberrauch reagisce ad un fallo dello stesso Lizotte e lo stende con un gran cazzotto sotto gli occhi di Lottaroli.
Il sangue copioso induce l’arbitro a decretare l’espulsione del pusterese tra gli ululati del pubblico e 5 minuti di superiorità numerica ai biancorossi.
Parte il lungo ed infruttuoso powerplay della Valpe ed in controfuga è Sedlak a bucare Demetz andando poi a sbeffeggiare l’intero stadio.
La tensione è a mille, il terzo tempo sembra scorrerere impietoso venificando il grande match giocato dai valligiani: Lizotte è stoico è rientra nella mischia, Gage para, il Val Pusteria si difende con le unghie e con i denti.
A 6 minuti dalla sirenza è Tomasello dopo l’ingaggio vinto da Silva a bucare tra i gambali un Gage coperto.
E’ delirio sugli spalti in attesa dei tiri di rigore.

Tensione spasmodica, il Cotta è una bolgia di urla e fischi ad ogni tiro pusterese; Demetz si esalta e li para tutti, ai valligiani basta il solito tocco felpato di Alex Silva ed è festa grande!!!

La Valpe, come l’anno scorso, è l’unica squadra di Serie A2 a passare il turno; ora il 20 novembre, sempre a Torre Pellice, la partita che vale una stagione: il quarto di finale contro il Renon di Dorigatti, dominatore della serie A1.

Per ora la Valpe si gode il trionfo e prepara la doppia sfida di campionato: giovedì ore 20.30 è a Vipiteno (diretta RBE ed in streaming sul sito) mentre domenica ospita al Cotta Morandini, sempre ore 20.30, l’Appiano con con condivide la testa della classifica.

Questa grande Valpe merita veramente un grande pubblico; appuntamento quindi tutti insieme domenica per assistere nuovamente ad un grande match!