13a giornata: cadono ancora Ambrì e Lugano

di Matteo P.

Basilea-Berna 0-1 (0-0,0-1,0-0)

Con il minimo sforso il Berna passa anche a Basilea e rafforza così la sua seconda posizione in classifica. La rete decisiva è stata messa a segno da Patrik Bärtschi al 39:41.

Ambrì-Friborgo 3-4 ds (0-0,3-1,0-2,0-1)

L’Ambrì getta al vento altri due punti facendosi ancora una volta recuperare nel finale. Partita a tratti intensa, con i padroni di casa che si erano issati fin sul 3-1 grazie ai punti di Westrum (doppietta) e Naumenko. Il Friborgo però è squadra parecchio insidiosa di questi tempi e che ha in Antti Laaksonen il suo leader. E proprio il finnico infatti ha aiutato i suoi a risalire la china, dapprima firmando il punto del 3-2, poi quello del 3-3 e… infine nell’overtime quello del 3-4.

Da segnalare infine l’infortunio occorso al difensore ceco Kutlak (HCAP, circa 3-4 settimane di stop).

Davos-Kloten 2-1 (1-0,1-1,0-0)

Senza strafare il Davos doma un buon Kloten e si riporta così nelle posizioni alte della classifica. L’1-2 grigionese è stato siglato da Stoop e Ambühl, mentre il punto zurighese è arrivato dalla stecca di Sven Lindemann.

Servette-Lugano 4-3 dr (1-1,1-2,1-0,1-0)

I rigori vanno nuovamente indigesti al Lugano che alle Vernets viene sconfitto per 4-3 dalla capolista. Nonostante le numerose assenze (oltre ai "soliti noti" mancavano infatti all’appello anche Jeannin e Tristan Vauclair) i ticinesi hanno comunque disputato una buona partita, mettendo a più riprese in difficoltà la formazione ginevrina. La partita è stata sostanzialmente decisa dagli special teams, con 5 delle 6 reti totali realizzate in situazione di superiorità numerica. La formazione di Zanatta è ora attesa dal big-match contro il Berna, mentre il Servette giocherà nuovamente in casa col Basilea.

Langnau-Zurigo 2-0 (0-0,1-0,1-0)

Il match di ieri sera opponeva una formazione partita bene ma ora finita sotto la linea (il Langnau), e una formaizone che invece non è mai partita… (lo Zurigo). Ne è scaturita una partita non entusiasmante, con i padroni di casa più lesti ad approfittare delle occasioni avute. E la panchina dello Zsc traballa…

Zugo-Rapperswil 2-3 ds (0-0,0-2,2-0,0-1)

Il Rapperswil dimostra di aver ritrovato le miglior sensazioni andando a vincere sulla difficile pista della Herti. Dopo essersi portata in doppio vantaggio, la formazione sangallese ha accusato il ritorno degli avversari che riuscivano così a pareggiare i conti. Ma al 60:48 ci pensava il Patrick Fischer meno famoso (quello del Rapperswil per intenderci) a regalare la vittoria ai suoi.

Tags: