Elitserien 2007-2008

di CFS

Ha preso il via la nuova stagione dell’Elitserien.
L’equilibrio regna sovrano nella prima giornata di campionato, con le squadre di casa che vincono per una lunghezza sulle avversarie con l’allungo decisivo nel terzo periodo, tranne il Luleå che regge solo due tempi il ritmo del Brynäs per cedere nel terzo.
I risultati:
HV 71 – Frölunda HC 6 -5 ( 2-2, 1-2, 3-1 )
Södertälje SK – Mora IK 2 – 1 ( 1-0, 0-0, 1-1)
Linköpings HC – Timrå IK 3 – 2 ( 0-1, 1-1, 2-0 )
MODO Hockey – Djurgårdens IF 5 – 4 ( 1-2, 1-2, 3-0 )
Luleå HF – Brynäs IF 2 – 5 ( 0-2, 2-1, 0-2 )
La partita tra Färjestads e Skellefteå è stata rimandata per l’impegno degli ex campioni di Svezia al torneo Salute di Salisburgo.

Nella seconda giornata gli equilibri cominciano a scricchiolare: il Brynäs infligge un secco 9 a 1 ad un Linköpings che deficita parecchio in difesa: dal secondo periodo inizia il “Widing & Brendl show” che con tre gol ed un assist a testa prendono di mira la porta difesa da Stana da qualsiasi angolo del ghiaccio. Unico gol della bandiera ad opera di Enwall in power play.
Il Mora riesce a battere i campioni in carica del Modo per 4 a 3 mettendo già tre gol di distacco nei primi undici minuti di gioco grazie a Kurvinen, Skogs e Bastiansen, tanto che Krizan lascia il posto tra i pali a Zajkowski. All’inizio del secondo periodo arriva la quarta marcatura in superiorità numerica ad opera di Dahlman. Finalmente il Modo si scuote e smuove il tabellino con Molinder e successivamente con Warg; un tiro dalla blu di Timander deviato sotto rete da Wernblom fa intravedere al Modo la possibilità di andare ai supplementari, ma neanche togliere il portiere per l’uomo in più di movimento ad un minuto e mezzo dalla fine cambia il finale.
Il Färjestads di ritorno dalla bella prova offerta contro i Los Angeles Kings al torneo “Red Bull Salute” fanno visita al Djurgården. Apre le marcature Rhodin servito da dietro porta da Brunnstrom. Il pareggio in power play nel secondo periodo ad opera di Hörnqvist e sul finire del tempo Somervuori riallunga ben servito da Granak in superiorità numerica. All’inizio del terzo tempo Prestberg si porta a spasso due difensori ed all’altezza del cerchio d’ingaggio con una mezza giravolta mette nel “sette” l’ottimo assist di Jörgen Jönsson. Il 4 a 1 viene messo a segno a porta vuota da Pirnes.
In una E.ON Arena sold out, il risultato finale è acquisito già nei primi 10 minuti: l’HV71 passa in vantaggio dopo meno di due minuti in inferiorità numerica con un’azione di contropiede di Davidsson che poi approfitta di una doppio power play per la doppietta personale. Lo Skellefteå non ci sta ed in quattro contro quattro Goren da sottoporta infila a fil di palo il puck e dimezza lo svantaggio. Nel secondo periodo i padroni di casa pressano nel terzo avversario, ma Stefan Liv, rientrato in patria dopo una stagione a Detroit, fa buona guardia. Nel terzo periodo poche azioni degne di nota e l’incontro si chiude 2 a 1 a favore degli ospiti.
Il Timrå chiude la pratica con il Södertälje grazie ad un tiro dalla blu di Peter Regin in doppia superiorità numerica nel primo periodo ed il raddoppio di Johan Andersson nel secondo periodo. La matricola non ci sta e mette alla prova le capacità di Backlund per tutto il resto della partita ma il portiere della nazionale chiude la saracinesca per il primo personale shutout stagionale.
Davanti al quasi tutto esaurito dello Skandinavium, il Frölunda reduce dalla deludente stagione passata ma rinfrancato dal secondo posto, solo per differenza reti con il Kärpät nel torneo pre-season Nordic Trophy, offre un buono spettacolo al proprio pubblico pressando nel proprio terzo il Luleå. Sugli scudi Kahnberg che nel primo periodo manda in rete Nordquist con un assist sottoporta e nel terzo periodo con un’azione uno contro zero contro un pur ottimo Törnqvist (alla fine saranno 40 i tiri degli “Indiani” contro i 12 degli “Orsi”), fissa il risultato sul 2 a 0. Ari Ahonen onora la prima uscita stagionale in campionato davanti al pubblico di casa con uno shutout.