Superseries 2007 gara 7. Canada – Russia 4-4 (1-2;2-2;1-0)

di Alessandro Seren Rosso

E alla fine dopo ben sei sconfitte la Russia è riuscita a strappare un pareggio al Canada, in trasferta. Chiusa la serie le squadre hanno potuto affrontarsi a viso aperto senza troppi tatticismi e ne è scaturita una bella partita, forse la più bella della serie. "Credo che i russi abbiano giocato bene stasera. Hanno meritato il pareggio e noi abbiamo dovuto sputare sangue per arrivare a questo risultato", ha dichiarato coach Sutter dopo la partita.
La gara si è aperta con un gran forcing dei russi, in goal dopo poco più di un minuto con una rasoiata dalla blu di Voinov, uno dei giocatori della Russia classe ’90, il miglior talento dell’annata insieme a Nikita Filatov del CSKA e Kirill Petrov dell’Ak Bars Kazan. Al diciassettesimo la Russia raddoppia con Bodrov, gol segnato con la complicità della difesa canadese: Bernier era uscito dalla porta per giocare il disco ma l’attaccante del Lada ha pattinato più veloce di lui e anticipandolo ha messo in rete a porta vuota. "Abbiamo lasciato alla Russia un paio di gol troppo facili", ha ammesso Sutter. La squadra di casa però come al solito non si perde d’animo, anzi, e in chiusura di primo periodo riesce ad accorciare le distanze con un gol in mischia di Turris.

Nel secondo periodo il Canada rimonta e passa in vantaggio con i gol di Pyett e di Brandon Sutter, figlio dell’allenatore Brent, ma gli avversari oggi sembrano avere una marcia in più e prima vanno al pareggio con una botta di prima di Mamin da tre metri, poi si portano avanti di un gol con una progressione irresistibile di Vasyunov conclusa con una staffilata tra i gambali di Bernier.
Il Canada nel terzo periodo assalta la porta di Zhelobnyuk e pareggia i conti con un gol di Gagner, a segno sfruttando il rimbalzo dopo il tiro da fuori di Godfrey.
Prossimo appuntamento gara otto, l’ultima della serie, in programma a Vancouver il nove settembre.