Dino Grossi confermato dalla Valpe per altre due stagioni

di Paolo Vola

Super Dino Grossi sarà il capitano della Valpe per i prossimi due anni!!
L’attesa per la sospirata riconferma non era dettata dalla mancata volontà del Capitano, apertamente manifestata già al termine della scorsa stagione, quanto dalla necessità di mettere a punto nel dettaglio le clausole contrattuali che lo legheranno ai biancorossi sino al 2009.
Che altro dire del trentasettenne attaccante di Toronto dopo la strepitosa stagione disputata lo scorso anno in riva al Pellice?
Una carriera costellata, dopo il draft a Chicago nel 1990, da tanta militanza in Francia, dove tutt’ora vive con la famiglia e dove è ancora un idolo rimpianto da moltimmisi tifosi, e tanta Italia specie Cortina e Brunico a cui è ancora molto affezionato e legato da numerose amicizie.
Poi l’avventura in Val Pellice, iniziata tra lo scetticismo di molti e forse anche il suo per poi trasformarsi in una stagione esaltante ed un amore reciproco con un particolare feeling passionale che lo ha radicato profondamente nei cuori del popolo biancorosso e viceversa.

Grande carisma, esempio di professionalità, trascinatore in pista e fuori, Dino è stato il primo a credere nel progetto di una grande Valpe sin da quei giorni di fine agosto quando rimanemmo affascinati dalla sua carica agonistica e dalla sua mai doma sete di vittorie.
Memorabile il suo approccio dopo l’epica gara 5 a Vipiteno che coronava, grazie al suo goal, il sogno della finale per tutti i tifosi biancorossi digiuni da tanti anni:”non abbiamo fatto ancora nulla, io sono qui per vincere”.
Poi è arrivata la tragica sera della morte di Mauro, che Dino ha vissuto attimo per attimo insieme a noi dopo il ricovero all’ospedale di Merano per la frattura al naso, e che lo ha visto, pur devastato dal dolore, assumere la decisione a nome della squadra di continuare a giocare.
Ma proprio nel momento del dolore è nato un rapporto che lo ha sempre più cementato a questa Società, a questa valle, a questa gente.
Quindi la scelta di continuare, e forse chiudere, la propria carriera in biancorosso.
L’anno scorso in campionato ben 68 punti in 45 match (24 goal + 44 assist) di cui 18 punti pesantissimi nei playoff e poi tanto sacrificio soprattutto in penalty dove la sua esperienza ed il suo coraggio da lottatore hanno spesso fatto la differenza.
Quello che è stato per la Valpe è sicuramente gia un pezzo della nostra “storia”; quello che verrà forse sarà “leggenda”, ma in ogni caso sarebbe stato quello che Mauro avrebbe voluto: la Valpe pilotata dal suo Capitano.

L’imminente Camp estivo "Mauro Ferrando" si arricchisce di un ulteriore protagonista.
Oltre agli allenatori ed ai giocatori professionisti che già avevano dato la loro adesione, è di oggi la notizia che, grazie all’interessamento del Responsabile del Camp Fausto Barale, anche l’attaccante del Val Pusteria, nonchè della Nazionale Italiana, Patrick Bona sarà presente nello staff tecnico!
Un’ulteriore grande occasione per i piccoli hockeysti per ammirare da vicino uno degli indiscussi protagonisti dell’hockey italiano e per carpire da un grande attaccante come lui alcuni segreti e malizie di questo meraviglioso sport!