Gara 4 Finale Western Conference: Anaheim pareggia la serie

Di Emanuele Badessi

Detroit Red Wings – Anaheim Ducks 3:5 (1-3; 2-0; 0-2)

Nella serie tra Detroit e Anaheim gara 4 è un punto di svolta: infatti i Red Wings, avanti 2-1 nella serie, vincendo questo match avrebbero la possibilità di tornare a MoTown per giocarsi in casa il primo match point; Anaheim al contrario, aggiudicandosi la gara riporterebbe in parità la serie annullando il vantaggio degli uomini di Coach Babcock ee rimettendo completamente in discussione la vittoria finale.
Anaheim parte a razzo e già dopo 1’37” Hasek è costretto a raccogliere il primo disco in fondo alla gabbia: Bertuzzi, in fase di uscita di zona sbaglia un passaggio con il quale intendeva servire Lilja, il disco viene intercettato da Corey Perry che si invola verso Hasek e fa secco il goalie Ceco con uno slap. La gioia dell’ Honda Center tuttavia dura poco perché al 3’29” Cleary butta un disco dentro il terzo dei Ducks, Giguere lo rinvia da dietro porta ma in agguato c’è Chelios che tira verso la gabbia, il goalie dei Ducks para ma lascia il rebound sul quale è pronto Cleary (Chelios) che realizza la rete dell’ 1-1.

Anaheim non ci sta e continua ad attaccare ma Detroit ne regge l’urto fino all’11’46” quando, in situazione di Power Play (fuori Samuelsson per una penalità alla panchina dei Wings per troppi uomini sul ghiaccio), a passare sono ancora i Ducks con Jackman (Getzlaf – Selanne) che di polso batte ancora Hasek per il 2-1; da notare, nell’azione del gol la bella intuizione di Getzlaf che con un passaggio dietro la schiena libera al tiro Jackman portando via il difensore.
Anaheim continua a pressare e arriva anche il gol del 3-1 con Selanne (Marchant – Beauchemin) al 18’31” con la difesa di Detroit colpevolmente ferma: ci sono tre giocatori davanti ad Hasek che permettono al finlandese dei Ducks di tirare pressoché indisturbato.
Il secondo periodo vede i Red Wings decisamente più reattivi e dopo aver sprecato due Power Play, alla terza occasione (fuori Marchant per colpo di bastone) accorciano le distanze al 7’48” con Bertuzzi (Lang – Cleary) che riceve il disco da dietro la gabbia e fa secco Giguere per il 3-2 nonostante il disturbo di Beauchemin.
Detroit crede nel pareggio che si concretizza al 15’36” quando ancora in Power Play (fuori Niedermayer per gancio con bastone) Samuelsson riceve il puck e dal vertice del cerchio sinistro d’ingaggio lascia partire uno slap su cui Guigere si salva in qualche maniera lasciando però il rebound che Bertuzzi, appostato davanti alla gabbia non riesce a sfruttare;il disco resta comunque lì e dopo un tentativo andato ancora a vuoto per l’opposizione di un difensore è Cleary a riuscire a mettere il disco in fondo alla gabbia dei Ducks.
Giguere deve fare gli straordinari sul finire del periodo quando, in shorthand,blocca con il guanto il tiro di Filppula che, rubato il puck sul blu difensiva si invola verso la gabbia dei Ducks. Il goalie dei Ducks poi dice di nuovo no quando, con 1’45” ancora da giocare nel periodo, salva su Bertuzzi servito da Samuelsson.
Nel terzo periodo arriva la risposta da parte di Anaheim che, dopo aver superato indenne una situazione di inferiorità, si riporta avanti nel punteggio al 5’24” , ancora in Power Play (fuori Cleary per sgambetto), con Getzlaf (Selanne – Beauchemin) che riceve un disco sulla blu e fulmina di polso Hasek per il 4-3.
Detroit tenta una reazione ma la difesa di Anaheim, seppur orfana di Pronger (sospeso dalla NHL per un turno dopo la carica di gara 3 su Holmstrom) , regge l’urto anche quando Babcock tenta la carta del 6° uomo di movimento;anzi, da un disco recuperato in difesa nasce la quinta rete di Anaheim con Niedermayer che si invola verso la gabbia vuota e, eludendo il tentativo di disturbo di un difensore, realizza il gol del 5-3 con cui si chiude la contesa.
Ora si torna alla Joe Louis Arena domenica per gara 5.

“Abbiamo avuto un crollo difensivo.Abbiamo uno dei migliori se non il miglior portiere nella lega. Ma in qualche modo riusciamo a farlo sembrare peggiore e dobbiamo trovare il modo di correggere questo.” Ha dichiarato Chris Chelios in riferimento alla prestazione difensiva di Detroit

“Tutti i sei difensori hanno fatto un gran lavoro, come gruppo, per fronteggiarli , avevamo due giovani sul ghiaccio oggi per noi e non è stato una partita facile per qualcuno.Ma loro l’hanno superato.” Dice Guigere riferendosi a come Niedermayer e gli altri difensori hanno supplito all’assenza di Pronger.

“Stasera era una prova di carattere per noi” ha affermato Coach Carlyle “Eravamo un gruppo molto determinato fin dall’inizio”

(per le dichiarazioni del dopo-gara fonti: www.nhl.com – www.tsn.ca)