L’Alba Volan entra nel campionato austriaco

di Davide:

la lega austriaca diventa sempre più internazionale: dopo lo Jesenice l’anno scorso e l’Olimpija Ljubljana qualche mese fa,ieri il board della lega ha approvato l’ingresso degli ungheresi dell’Alba Volan Szekesfehervar già a partire dal prossimo campionato. Nelle settimane scorse una delegazione austriaca aveva visitato gli impianti e la città ungherese ed esaminato il dossier che il potente padre-padrone dell’Alba Volan Gábor Ocskay ha preparato per convincere la EBEL (la lega austriaca) della bontà del progetto, forte dell’esperienza accumulata con l’organizzazione delle finali di Continental Cup e la promessa di farsi carico dei costi di viaggio delle squadre ospiti. Naturalmente la relazione finale dei commissari della lega è stata più che positiva e la serie di condizioni poste per poter partecipare (budget, capacità dell’impianto ecc) sono state già soddisfatte quest’anno, ben in anticipo sulla richiesta della EBEL. Ieri, nel meeting per decidere la formula del campionato, che ricalcherà quella della Serie A italiana di quest’anno con due gironi di classificazione prima dei playoffs, l’unico parere contrario all’affiliazione degli ungheresi è stato quello dell’Innsbruck del coach Pat Cortina, che è anche coach della nazionale magiara. Proprio lo stretto collegamento di Cortina con l’Ungheria era il dubbio dei dirigenti dell’Innsbruck.

Così già da settembre l’Alba Volan, unica squadra ungherese completamente professionistica, dopo anni di dominio incontrastato del campionato nazionale, potrà confrontarsi con una realtà molto più impegnativa.