Canada-Svizzera: Canada in semifinale ma Svizzera a testa alta

di gio

Canada-Svizzera 5-1 (1-0;2-1;2-0)

Inizia bene la Svizzera, sorprendendo i canadesi, che però, quando entrano in partita schiacciano gli elvetici nel loro terzo di difesa. La Svizzera si difende bene e riesce anche a mettere qualche volta in difficoltà Roloson. Il Canadà comunque domina e solo un grande Hiller tiene in gioco i suoi. Hiller, che nulla può al 15.22, dopo un doppio errore della difesa elvetica, contro Lombardi che porta in vantaggio i nordamericani. La Svizzera non accusa il colpo e cerca il pareggio ma è ancora il Canada a rendersi pericoloso. Il primo periodo si chiude però con il minimo degli scarti. Il secondo periodo inizia con i canadesi in avanti alla ricerca del punto del raddoppio che trovano, dopo parecchi errori di mira elvetici, al 29.05 con Mayers, abile a liberarsi degli avversari e a sorprendere Hiller con un fulmineo aggiramento della gabbia. La Svizzera non si perde d’animo e trova subito la rete, dopo soli 38 secondi, con Di Pietro, l’incubo dei canadesi da un anno a questa parte. Il Canada però non molla e al 34. si trova a giocare in doppia superiorità numerica. Murray chiama il time out e catechizza i suoi. Le istruzioni dell’allenatore vengono seguite alla lettera e permettono a Nash di insaccare dopo un bel powerplay. Sul 3-1 la Svizzera cerca di reagire per riaprire la contesa, ma il Canada non pare soffrire. Il secondo periodo si chiude con i canadesi in doppio vantaggio. Il terzo periodo si apre con gli elvetici un po più attivi ma con i canadesi che rallentano le operazioni per controllare l’incontro. Poi su un’accelerazione, Lombardi trafigge per la quarta volta Hiller chiudendo di fatto la contesa. La Svizzera però ci prova comunque anche se ora l’impresa è impossibile. Il Canada continua a schiacciare la Svizzera nel suo terzo difensivo tenendo lontani i pericoli dalle parti di Roloson. La partita contiuna a scorrere veloce con le squadre che sono oramai convinte che la sostanza del confronto ben difficilmente potrà cambiare. La Svizzera è anche stanca per il grande ritmo impresso per due periodi dai canadesi ma lotta parecchio se non altro per abbellire il punteggio. Glie elvetici però sbagliano ancora le occasioni che creano mentre, in contropiede sono i canadesi ad allungare ancora quando al termine di questo quarto di finale mancano solo poco più di due minuti alla sirena finale. La partita non offre più sussulti e il Canada passa meritatamente alle semifinali.

Nuovamente ottima la prestazione di Hiller, il portiere dei campioni in carica che la prossima stagione tenterà l’avventura americana.
Un mondiale comunque positivo con gli elvetici che hanno vinto, anche se a fatica, le partite che dovevano essere vinte e che non hanno sfigurato contro le grandi; Svezia a parte. Svizzera che può festeggiare comunque la quasi certa partecipazione alle olimpiadi di Vancouver che sfuggirebbero ai rossocrociati solo qualora la nazionale venisse relegata nei prossimi mondiali e nel contempo sia Lettonia che Bielorussia si qualificheranno tra le prime sei.

Tabellino:

1-0 15.22 LOMBARDI Matthew
2-0 29.05 MAYERS, Jamal (MURPHY Cory, CHIMERA Jason)
2-1 29.43 DI PIETRO Paul (REICHERT Marc, CAMICHEL Duri)
3-1 34.40 NASH Rick (PHANEUF Dion, STAAL Eric)
4-1 46.03 LOMBARDI Matthew (PHANEUF Dion, DOAN Shane)
5-1 57.31 WEBER Shea (DOAN Shane, STAAL Eric)