Lettonia – Svezia

SVEZIA – LETTONIA 8:2 (1:0; 3-1; 4-2)

Per la seconda giornata del gruppo A si incontrano i campioni in carica della Svezia e la Lettonia.
Partono subito forte i campioni scandinavi e segnano il loro primo gol della serata dopo appena 32 secondi con Backstrom (Steen – Jonsson).
I lettoni sembrano subire il colpo e nonostante giochino per ben sei minuti consecutivi in superiorità numerica non riescono a superare il goalie svedese Henriksson.
Come contro l’Italia la Svezia chiude definitivamente la partita nel secondo periodo, realizzando un parziale di 3 a 0.
Prima ci pensa Akerman, ottimamente assistito da Hedstrom al 26:28, poi in superoritá numerica (fuori Tambijevs per gancio con bastone) realizza Wallin (Akerman – Martensson) la rete del 3 a 0 per gli svedesi.
Due minuti prima della fine del secondo periodo la Svezia cala il poker con la rete di Bremberg (Tarnstrom – Davidsson).

L’ultima frazione di gioco si apre con l’avvicendamento tra i pali lettoni di Sergejs Naumovs (in forza al Bolzano) al posto del deludente Masalskis.
Sfruttando una superiorità numerica la Lettonia accorcia le distanze nel giro di un minuto prima con il gol di Daugavins (Vasiljes – Sorokins) e poi in paritá numerica è Sirokovs (Macijevskis) a superare un non brillantissimo Henriksson (che chiuderá l’incontro con una percentuale del 92% di parate).
La Svezia decide di rimettere a distanza di sicurezza i lettoni e nel giro di neanche 200 secondi realizza tre reti con Hornqvist, Warg e Tarnstrom.
La Svezia quindi si qualifica matematicamente ai quarti di finale, mentre la Lettoni se la dovrá vedere con l’Italia per giocarsi la salvezza immediata.