Mondiali di I divisione girone B: i risultati dell’ultima giornata

Il girone B ha già la sua nazionale vincitrice: la Slovenia. In quest’ultima giornata di gare rimane, però, da scoprire chi sarà retrocesso in seconda divisione. La salvezza è contesa tra la Gran Bretagna e la Romania, che si affrontano in un vero e proprio scontro diretto nella prima gara a Ljubljana. Il risultato si sblocca al 15’ con Tait a favore dei britannici che nel secondo periodo dilagano fino ad arrivare al 5-0 segnato da Rempel al 29’36" in superiorità numerica. Timida reazione rumena al 36’53" con Basilidesz che riesce a segnare nonostante la propria squadra fosse in inferiorità numerica. Al 5’ del terzo tempo è il gol della tripletta di Rempel a fissare il risultato sul 6-1, condannando la Romania a tornare in seconda divisione e salvando la Gran Bretagna.

La seconda partita del girone B vede affrontarsi il Giappone e l’Ungheria: la posta in palio è il secondo posto. Nonostante il primo periodo finisca sullo 0-0, la partita riserva molti gol, nel secondo periodo tre gol in superiorità numerica portano il risultato sul 2-1 per i nipponici, altri tre gol nel terzo periodo rimettono in carreggiata l’Ungheria, chiudendo i tempi regolamentari sul 3-3. I 15 minuti del tempo supplementare trascorrono senza gol e con 4 tiri giapponesi contro i 2 della squadra di Pat Cortina. Agli shootouts è Kovacs a segnare il gol della vittoria per gli ungheresi.
L’ultima partita di questo girone è Slovenia-Lituania. La squadra di casa dela Slovenia, supportata da ben 5000 persone, vuole festeggiare la promozione tra le grandi con una bella prestazione. Le penalità caratterizzano il primo periodo: la Slovenia spreca tante superiorità numeriche e anche un rigore con Kopitar.
La Slovenia si porta in vantaggio al 26’ con Rebolj in superiorità numerica dovuta al fallo di Kieras. Il vantaggio casalingo dura poco più di un minuto grazie al lituano Kuliesius al 27’44". Gli sloveni ritornano in vantaggio grazie a Poloncic al 33’ e fino alla fine del periodo si susseguono solo una serie di penalità. Nel terzo periodo da rilevare un altro rigore sbagliato, ma questa volta dal lituano Pliskauskas al 49’. "Gol mangiato gol subito" e la Slovenia si porta dopo 30 secondi sul 3-1 in superiorità numerica con Razingar. Ancora un gol per parte (ancora Kuliesius e Rodman) chiudono la partita sul 4-2 aprendo, però, i festeggiamenti sloveni.