Playoffs: Tra Berna e Davos si va a gara 7

di gio

Berna-Davos 2-1 (1-1;0-0;1-0)

1-0 08:34 Jobin David
1-1 16:07 Leblanc Robin
2-1 43:27 Gamache Simon

Gara 6, la partita della vita per il Berna, inizia con i padroni di casa molto presenti sul ghiaccio che schiacciano gli ospiti nel terzo di difesa con un’azione di costante pressione offensiva. Però il Davos regge molto bene grazie anche ad un Hiller che pare in serata di grazia. Ci vuole così una doppia penalità contro il Davos per permettere al Berna di aprire le marcature dopo un’insistita azione di powerplay e alcuni grandissimi interventi del portiere ospite. Nonostante la rete subita il Davos non da segni di risveglio e sono quindi i padroni di casa, sospinti dai loro 17000 tifosi, a premere. Il Davos è costretto in diverse occasioni al fallo per non permettere al Berna di imbastire veloci azioni. In occasione di una superiorità numerica, però, il Berna si fa sfuggire Leblanc che viene atterrato davanti ad Bührer. L’arbitro Reiber decreta il rigore che permette allo stesso Leblanc di pareggiare il conto, un po contro l’andamento dell’incontro. Sul punteggio di 1-1 si va alla prima pausa, con il Berna che può recriminare sulle occasioni mancate. Il secondo periodo inizia con gli ospiti in inferiorità numerica e con i padroni di casa costantemente all’attacco. Non accade nulla e, riguadagnata la parità numerica, il Davos si affaccia dalle parti di Bührer che però dice sempre di no agli attaccanti ospiti. Il Berna però continua a premere di più nel tentativo di far volgere la partita in suo favore mentre il Davos sembra faticare a reggere l’urto dell’offensiva dei padroni di casa. La partita si incattivisce anche un po, con alcuni colpi che sfuggono agli occhi dell’arbitro, come quello di Gerber ai danni di Daigle. Il ritmo è sempre elevato ma pian piano le due squadre si rendono conto che una rete potrebbe decidere l’incontro in favore di una o dell’altra squadre. Le occasioni non mancano ma le difese hanno sempre la meglio e alla seconda pausa si va ancora sul punteggio di 1-1. Anche il terzo periodo inizia con i padroni di casa in avanti ma ci vuole una penalità contro un giocatore ospite per permettere al Berna di realizzare la rete del secondo vantaggio con Gamache. Subito dopo sono i grigionesi a giocare con l’uomo in più e a rendersi parecchio pericolosi ma il muro eretto da Bührer regge bene. Il nervosismo però serpeggia nelle file degli ospiti e con una penalità inutile Sarault permette ai padroni di casa di giocare dapprima in parità numerica e poi in soperiorità numerica. In questa doppia superiorità numerica, il Berna può chiudere l’incontro e rinviare la decisione alla gara 7 di lunedì a Davos. Con i suoi in doppia superiorià, il tecnico del Berna chiama il time out per dare le ultime istruzioni ai suoi. Il box play del Davos regge bene e quando il Berna riesce ad andare al tiro, ci pensa Hiller a dire di no. Si giunge così agli ultimi dieci minuti dei tempi regolamentari di questa appassionante gara 6 con il Davos che inizia ad osare di più anche se sono gli orsi a rendersi più pericolosi con dei contropiede fulminei, uno dei quali, in tre contro uno si infrange contro la traversa della gabbia difesa dall’ottimo Hiller. Con rapidi capovolgimenti di fronte, le due squadre si rendono pericolose con il Berna che comunque resta più coperto. Il Davos prova ad attaccare maggiormente ma fatica parecchio a superare il muro a centro pista eretto dai padroni di casa. Si giunge all’ultimo minuto di gioco con Hiller che abbandona i pali per permettere ai suoi di giocare con l’uomo in più sul ghiaccio. A 12 secondi dal termine, con il Davos in attacco, il Berna subisce una penalità che permetterà agli ospiti di giostrare in 6c4. Piove di tutto sul ghiaccio e la pausa permette ai giocatori di prendere fiato e di organizzare questi ultimi 12 secondi di gioco. L’ingaggio è vinto dal Berna che poi lo copre nell’angolo tenendolo lontano dalla propria gabbia. L’incontro finisce con la vittoria, l’ennesima, della squadra di casa. Si va dunque a gara 7 a Davos, lunedì alle 16h00.

Tags: