Primo di Aprile: il torneo è finito… e non è uno scherzo.

Si è concluso il Torneo di Amsterdam: i risultati delle italiane

di Daniele Gobbi

La quinta edizione del Torneo Internazionale di Amsterdam si è conclusa con l’assegnazione della medaglia d’oro ai cechi del Nowaco Sharks, seguiti dall’IKS ATAK e dalle Aquile del Sud Tirolo.
Volendo partire dall’inizio, la prima partita del torneo è stata vinta per 4-0 dall’Armata Brancaleone sulla formazione locale degli Amsterdam Huskies, subito dopo i Tori Seduti del Piemonte hanno dovuto soccombere 5-0 contro i forti Nowaco Sharks. Per le italiane il primo giorno si chiude con la sconfitta per 2-3 delle Aquile del Sud Tirolo ad opera della squadra polacca IKS ATAK.
La seconda giornata è la più intensa (ben 8 partite!) e si apre con un "derby" italiano, l’Armata Brancaleone batte 2-0 i già campioni italiani Tori Seduti. La seconda partita vede ancora perdere le Aquile del Sud Tirolo, questa volta per 0-3 contro gli inglesi Kingston Kestrels. Nella partita successiva (a circa un’ora e mezza dalla fine della prima!) i Tori Seduti rimontano sugli slittini e si impongono 3-2 sui padroni di casa Huskies. Nel primo pomeriggio una sconfitta e una vittoria per le italiane concludono i due gironi all’italiana: l’Armata Brancaleone è sconfitta per 1-0 dai Nowaco Sharks mentre le Aquile del Sud tirolo ottengono la loro prima vittoria contro i Bremer Pirates (3-0). Alla fine di questa prima fase abbiamo nel gruppo A l’Armata Brancaleone seconda e i Tori Seduti terzi, mentre nel gruppo B le Aquile del Sud Tirolo ottengono la terza posizione. Secondo il calendario del torneo il giorno stesso iniziano i quarti: la prima del gruppo A contro la quarta del gruppo B e poi la seconda del gruppo B contro la terza del gruppo A. Quest’ultima termina con la vittoria per 8-0 dei Kingston Kestrels sui Tori Seduti (entrambe le formazioni hanno giocato 3 partite in un giorno!) e tutte le squadre a riposarsi.

Il terzo giorno del torneo si apre con un altro derby italiano: l’Armata Brancaleone e le Aquile del Sud Tirolo si giocano l’accesso alle semifinali, vincono 1-0 le Aquile. Ormai fuori dai "giochi che contano" i Tori Seduti piemontesi vincono la sfida per il quinto/sesto posto per 6-0 contro i Bremer Pirates. Stessa sfida per l’Armata Brancaleone contro gli Huskies ma questa è persa 2-3. Chiude la terza giornata la sconfitta per 0-5 delle Aquile italiane contro l’IKS ATAK, sfida che era valida per l’accesso alla finale.
L’ultimo giorno vede un bel tris di vittorie per le italiane: nella prima partita l’Armata Brancaleone ottiene il settimo posto grazie alla vittoria sui Bremer Pirates per 3-0; i Tori Seduti vincono per 3-1 contro gli Huskies conquistando il quinto posto e le Aquile del Sud Tirolo, battendo per 2-1 i Kingston Kestrels, si piazzano sul terzo gradino del podio. La finale è vinta per 3-1 dai Nowaco Sharks sull’IKS ATAK.
I migliori giocatori sono risultati: miglior portiere Betty Meijer degli Amsterdam Huskies, Sylvester Flis (IKS ATAK) come miglior difensore e Jirí Berger (Nowaco Sharks) miglior attaccante.

In questi quattro giorni di sledge hockey a Amsterdam si sono affrontate 8 squadre da 6 Paesi diversi (record per il torneo), giocate 24 partite e realizzati 101 gol… Ma non si può ridurre ciò che è stato soprattutto un evento "umano" a semplici cifre… Oltre ci sono emozioni, esperienze uniche, forse indescrivibili.

Ringrazio David Balder e gli Amsterdam Huskies Sledgehockey per i dati forniti.