Ladies: intervista a Sabina Florian

di Carlo Palazzolo:

Abbiamo raggiunto telefonicamente Sabina Florian per una breve intervista dopo i mondiali di seconda divisione che si sono appena svolti a Pyongyang, in Nord Corea. Con sei punti al suo attivo (3 gol e 3 assist) è risultata la migliore delle italiane.
"Però non sono del tutto soddisfatta della mia prestazione; potevo sicuramente fare di più".
Un’esperienza senza dubbio positiva quella delle ragazze che si sono piazzate seconde alle spalle della Slovacchia. "E’ stato un ottimo mondiale" continua Sabina "sicuramente positivo per noi. Abbiamo sofferto per le assenze ma alla fine ci siamo comportate molto bene. La Slovacchia era indubbiamente superiore ma il secondo posto ci soddisfa".
Un ottimo mondiale dunque ma il sogno si è infranto all’ultimo incontro proprio contro le slovacche. "Ci abbiamo creduto fino in fondo. Purtroppo per noi la loro preparazione era senza dubbio superiore alla nostra. Rimane comunque un’ottima esperienza di gruppo che ci ha unito molto".

Il gruppo infatti; sicuramente a Pyongyang c’è stato molto tempo per rimanere insieme no?
"Il luogo non è certo dei più ospitali, la vita di tutti i giorni è completamente diversa da quella a cui siamo abituati noi in Italia. Non abbiamo avuto molte possibilità di svago nemmeno nei giorni di pausa del torneo se si eccettua la visita della città. Il palazzo del ghiaccio distava centro metri dal nostro albergo ed era praticamente l’unico percorso che potevamo fare. Alla fine però siamo rimaste praticamente sempre insieme e questo comunque ci ha aiutate a rimanere unite anche sul ghiaccio."

foto torino2006.org