Russian Superleague 2006/07: Quarti di finale, gara 4

di Alessandro Seren Rosso

Ak Bars Kazan (3) – Khimik Moskovskaja Oblast (1)

L’Ak Bars Kazan raggiunge il Metallurg nel novero delle squadre qualificate alle semifinali con una vittoria esterna contro il Khimik per 2-1 aiutandosi con un supplementare. E’ Nikulin a portare in vantaggio i campioni in carica al ventitreesimo, in superiorità numerica, con un tiro dal cerchio sinistro dopo un assist da dietro porta di Morozov. Il Khimik però ha una reazione d’orgoglio e al cinquantesimo pareggia i conti con un gol di Pronin mandando la partita al supplementare. Nell’Overtime però è l’Ak Bars a risolvere la partita e la serie a proprio favore dopo soli due minuti: Morozov porta il disco sulla destra ed attira su di sè il raddoppio difensivo dei giocatori del Khimik riuscendo così a servire Zaripov tutto solo davanti a Kolesnik. Per il compagno di linea è un gioco da ragazzi ingannare il portiere con una finta e depositare il disco in rete regalando la vittoria alla sua squadra.

L’allenatore del Khimik Sergei Borisov si è detto "orgoglioso della sua squadra", mentre Bilyaletdinov ha spiazzato un po’ tutti dichiarando che "mi aspettavo di battere il Khimik in tre partite. In gara quattro non abbiamo giocato bene come avremmo dovuto".

Avangard Omsk (3) – Lokomotiv Yaroslavl (1)

Dopo la bella vittoria 2-0 in gara quattro anche l’Avangard passa alle semifinali vincendo al supplementare contro un Lokomotiv Yaroslavl che comunque è stato capace di lottare ad armi pari per lunghi tratti con i più quotati avversari. Presenti all’incontro ben 9046 spettatori. E’ il Lokomotiv a passare in vantaggio al tredicesimo in Powerplay (fuori Nikitin per gancio): Hauer tira dalla blu, Fomichev ribatte e Semin segna raccogliendo il rimbalzo. I padroni di casa si portano sul 2-0 al sedicesimo, in inferiorità numerica, con Shafigulin. Il giovane centro di Chelyabinsk ha sfruttato molto bene l’ottimo forecheck di Nepryaev. Prima che il primo tempo finisca però l’Avangard riesce a rientrare in partita, al diciannovesimo, con un gol di Gorovikov, bravissimo a finalizzare dal cerchio sinistro un bel passaggio di Rosa dalla linea di porta.
Nel secondo periodo l’Avangard acciuffa il pareggio al ventitreesimo con Kalyuzhny: veloce transizione in avanti degli ospiti che si presentano nel terzo offensivo con tre giocatori contro due difensori: il disco passa da Rosa a Chubarov allo stesso Kalyuzhny che dalla destra insacca tirando a mezz’altezza. Trenta secondi più tardi l’Avangard riesce ad andare in contropiede con Popov che viene agganciato da Bondarev. L’arbitro non può far altro che fischiare il rigore. Belousov incarica Rosa, uno specialista, che però stavolta fa cilecca e non riesce ad infilare Varlamov. Il Lokomotiv continua a spingere e ad un solo minuto dalla fine del secondo tempo si riporta in vantaggio ancora con Semin, ben servito davanti alla porta da Tkachenko.
Nel terzo periodo l’Avangard attacca e riesce a portare la partita al supplementare con un gol di Pavel Rosa in powerplay, a segno dopo un bellissimo passaggio di Chubarov che gli permette di tirare a porta sguarnita.
Nell’overtime l’Avangard riesce a trovare il gol che vale partita e serie con un guizzo di Koltsov, lesto a ribadire in rete un tiro di Yakutsenya ribattuto con il gambale da Varlamov.

CSKA Mosca (2) – Salavat Yulajev Ufa (2)

E’ CSKA Mosca – Salavat Yulajev Ufa l’unica serie ad andare alla quinta partita. Gara quattro è vinta dal CSKA in casa per uno a zero. Il gol vittoria è arrivato al trentanovesimo minuto di gioco: Shirokov e Parshin hanno superato la difesa avversaria in velocità, il primo ha fornito l’assist vincente al secondo che è riuscito ad andare a rete da posizione favorevole.
Gara cinque sarà giocata lunedì 26 Marzo.

Tags: