Il punto

di Francesco Seren Rosso

Solo sette punti separano le prime cinque squadre della North Division, guidata attualmente da Cincinnati. I posti nei playoffs saranno assegnati al primo in classifica e ai successivi quattro in base ai punti della regular season, mentre le classificate alla quarta e quinta piazza si sfideranno in una serie al meglio delle tre partite; la vincente affronterà, in una serie al meglio delle cinque, la vincitrice della Division, mentre l’altra serie sarà compossta dalla sfida tra la seconda e la terza formazione. Le due franchigie vincitrici, si sfideranno nella finale di division, al meglio delel sette gare, da cui uscirà la squadra che affronterà la vincitrice della South Division nella American Conference Finals, che vedrà la squadra che riuscirà a prevalere accedere alla finale per la conquista della Kelly Cup, il trofeo riservato ai vincitori assoluti della ECHL.

Alle spalle dei già citati Cincinnati Cyclones, primi con 73 punti in 63 partite, troviamo i Dayton Bombers (72 in 61), Toledo Storm (68 in 63), Trenton Titans (67 in 63) e Reading Royals (66 in 65).
Nella South Division, i South Carolina Stingrays conquistando otto punti su dieci disponibili nell’ultima settimana, sono balzati al quarto posto superando di due punti i Charlotte Checkers. Gli Stingrays, vincitori della Kelly Cup nel 1997 e 2001, arrivano ai playoff da tredici stagioni consecutive, e sembra che saranno della partita anche quest’anno. In vetta alla division, i Gwinnett Gladiators hanno sopravanzato Florida Everblades e Texas Wildcatters grazie a tre vittorie consecutive ed a un periodo di flessione delle altre due formazioni; proprio venerdì e sabato Gwinnett e Texas si sfideranno a Beaumont in una doppia sfida cruciale per la leadership di divison; Florida invece giocherà nel weekend una sola partita, sabato in casa contro i non irresistibili Columbia Inferno.
Il meccanismo di playoff è esattamente identico a quello della North Division.

Nella National Conference, Fresno, Idaho e Stockton si sono aggiunte a Bakersfield, Las Vegas ed Alaska conquistando matematicamente un posto nella post season; adeso abbiamo quattro formazioni, Victoria, Phoenix, Utah e Long Beach, a lottare per gli ultimi due posti disponibili, attualmente occupati da Victoria Salmon Kings con 60 punti e dai Phoenix RoadRunners a quota 55. GLi Utah Grizzlies ed i Long Beach Ice Dogs hanno invece 51 punti, ma una partita in meno rispetto alle due rivali. Nel weekend, ci saranno alcune gare importantissime: doppio confronto venerdì e sabato a Victoria tra la squadra locale e Long Beach, mentre Utah giocherà in casa giovedì, venerdì e sabato contro Stockton; un solo incontro per Phoenix, in casa sabato contro i Fresno Falcons.
Gli Alaska Aces, attuali detentori di Brabham Cup e Kelly Cup, domenica si sono aggiudicati matematicamente per il terzo anno di fila il titolo di division, e con sette punti di vantaggio (97 contro 90) su Bakersfield e Las Vegas, possono diventare il primo team nella storia della ECHL ad imporsi nella regular seson per due stagioni consecutive, sebbene abbiano vinto solo una delle ultime tre partite, che fanno parte di una serie di otto trasferte consecutive
che si concluderà questa settimana con la triplice sfida con Idaho in programma mercoledì, venerdì e sabato.
Tutto ancora da giocare, invece, nella Pacific Division con Bakersfield Condors e Las Vegas Wranglers primi a pari punti; venerdì è in programma il penultimo scontro diretto stagionale in casa dei Condors.
Nella National Conference i posti playoff saranno dati al primo in classifica e ai successivi sette, mentre tutte le
serie playoff saranno al meglio delle sette gare. Nei quarti di finale di conference i vincitori di divisione saranno primi e secondi (come nei playoff nhl) e i successivi sei saranno inseriti da terzi a ottavi a sceonda dei punti.nella nazional conference i posti playoff saranno dati al primo in classifica e ai successivi sette, e tutte
le serie playoff saranno al meglio delle sette. Nei quarti di finale di conference che saranno sempre al meglio delle sette i vincitori di divisione saranno primi e secondi (come nei playoff nhl) e i successivi sei saranno inseriti da terzi a ottavi a seconda dei punti della regular season. nelle semifinali di conference e nelle finali di conference le squadre saranno ri-classificate con lo stesso criterio dei quarti con i vincitori delle division primi e secondi e le squadre sucessivamente piazzate a seconda dei punti della regular. La finale di Conference sarà al meglio delle sette e la squadre vincente affronterà i vinctiori della American Conference nella finale per la Kelly Cup.

I Mississippi Sea Wolves, che rientreranno nella lega nel 2007/08 dopo due stagioni di sospensione a causa dei danni
dovuti all’uragano Katrina, hanno nominato il loro nuovo presidente, Bill Yates, ex vice presidente esecutivo, nonchè responsabile della parte commerciale (marketing, sponsorizzazioni e pubblicità) dei Fort Worth Brahmas della
Central Hockey League, incarico che ha ricoperto per otto anni.

Tags: