Il Piemonte è campione d’Italia. I Tori Seduti si aggiudicano il titolo per il terzo anno consecutivo

Armata Brancaleone – Tori Seduti: 2-2 (0-1, 1-1, 1-0)

Tori Seduti del Piemonte campioni d’Italia per il terzo anno consecutivo. A tre partite dalla fine del Campionato Italiano di Ice Sledge Hockey, il Piemonte si aggiudica il titolo grazie al pareggio esterno di domenica 18 marzo in casa dell’Armata Brancaleone della Lombardia. I Tori, cui bastava un punto per laurearsi campioni, cominciano subito bene il match, andando a rete dopo 2 minuti e 52 secondi con Andrea Chiarotti su assist di Orazio Fagone. Un gol che esalta ancora di più i piemontesi che, nonostante qualche pericoloso attacco dell’Armata, dominano tutta la prima frazione di gioco.
Nel secondo tempo la Lombardia spinge di più sull’acceleratore ed al minuto 26 raggiunge il pari al termine di una bella azione solitaria di Marco Re Calegari. Un gol che potrebbe riaprire la partita se dopo appena 13 secondi dall’inizio del terzo tempo il solito Chiarotti non siglasse la rete del momentaneo 2 a 1, raccogliendo una respinta del portiere Santino Stillitano dopo un tiro di Gregory Leperdi. L’Armata si ributta alla ricerca del pari, ma la porta difesa da Danilo Bosio sembra stregata. La grinta dei lombardi, però, viene premiata al 41esimo minuto, quando Bruno Balossetti, con un tiro strepitoso dalla distanza, deposita il puck appena sotto la traversa e realizza il definitivo 2 a 2. Un punto che, per il Piemonte, vuol dire ancora una volta tricolore.

Le ultime partite di campionato si giocheranno nei giorni 13, 14 e 15 aprile ad Asiago. In ballo il secondo posto, con l’Armata che al momento vanta due punti di vantaggio sulle Aquile del Sudtirolo.
Il prossimo appuntamento per l’Ice Sledge Hockey sarà però in Olanda dal 28 marzo al 2 aprile. L’occasione è il Torneo Internazionale di Amsterdam, che vedrà 8 squadre impegnate. Oltre alle tre italiane (Piemonte, Lombardia, Alto Adige), saranno presenti Amsterdam Huskies, Nowaco Sharwks, Bremer Pirates, IKS ATAK e Kingstron Kestrels.

da www.comitatoparalimpico.it