Russian Superleague 2006/07 – Ottavi di finale – Gara 1

di Alessandro Seren Rosso

Ak Bars Kazan (1) – Metallurg Novokuznetsk (0)

Prima partita prima vittoria per i campioni in carica. Apre le marcature il difensore Ryasensky al decimo minuto con. Al diciottesimo Baranov pareggia i conti con un’azione in velocità conclusa tra i gambali di Noronen. Il primo periodo si conclude così in parità grazie anche ai tanti interventi di Skudra. Nel secondo periodo l’Ak Bars allunga e si porta praticamente a casa la partita con i gol di Zinoviev, in supriorità numerica, e Stepanov, abile a deviare sottoporta un passaggio perfetto di Tereschenko. Nel terzo periodo l’Ak Bars allunga ancora al quarantaquattresimo con una botta da fuori di Proshkin dopo una combinazione Zinoviev – Morozov poi al cinquantacinquesimo Baranov segna il gol della doppietta personale che fissa il punteggio sul 4-2. Partita senza storia, troppo forte l’Ak Bars per il Metallurg.

Avangard Omsk (1) – Vityaz Chekhov (0)

L’Avangard risponde all’Ak Bars con una vittoria convincente arrivata con il punteggio di 5-1. Il primo gol della partita è messo a segno da Pervushin al nono minuto facendo sbattere il disco su Charpentier da dietro la porta. Al diciottesimo l’Avangard raddoppia: Kuryanov si lascia tutti i difensori alle spalle poi si allarga sulla destra facendo sdraiare Charpentier sul ghiaccio e servendo nel frattempo l’accorrente Cherepanov libero di insaccare a porta sguarnita. Nel secondo periodo l’Avangard incrementa il vantaggio con Chubarov che in superiorità numerica sfrutta il preciso assist di Kalyuzhny da dietro porta. Al trentatreesimo minuto il Vityaz si riporta in partita con un gol di Radulov, a segno dopo un’azione personale con la difesa avversaria distratta.
Nel terzo e decisivo periodo l’Avangard allunga ancora e va a segno due volte, entrambe in powerplay. Al quarantasettesimo Troschinsky trova la porta avversaria con una deviazione da pochi passi, poi al cinquantanovesimo Cherepanov lavora un disco dietro la gabbia di Charpentier per servire Kuryanov al momento giusto per andare in rete. Grande partita per Cherepanov, autore di un gol e un assist, e per Kuryanov, che chiude con lo stesso bottino. Anche in questo caso la squadra vincente è stata semplicemente troppo forte per gli avversari.

Salavat Yulajev Ufa (1) – SKA San Pietroburgo (0)

Vittoria sofferta per il Salavat Yulajev su un agguerrito SKA San Pietroburgo che si era portato in vantaggio con Igor Makarov all’ottavo minuto. Il pareggio dei padroni di casa arriva al trentacinquesimo con un gol in powerplay di Sidyakin. Il terzo periodo si conclude ancora in parità e quindi è necessario giocare il supplementare per decretare un vincitore, e al sessantaseiesimo è Volkov a trovare la rete che chiude la partita.

Metallurg Magnitogorsk (1) – HC MVD (0)

Grande vittoria del Metallurg su un MVD schiacciato dalla superiorità degli avversari. Dopo un primo tempo conclusosi sull’1-1 la squadra di Magnitogorsk è dilagata e ha concluso la partita sul 7-1 con le doppiette dei cechi Marek e Kudrna e gli acuti di Kudermetov, Kulemin e Tertyshny. Quattro assist per Atyushov. Per l’HC MVD a segno Babenko.

Sibir Novosibirsk (1) – Neftekhimik Nizhnekamsk (0)

Vittoria con shutout per il Sibir, 2-0 contro un Neftekhimik mai molto in partita e troppo chiuso in difesa. Apre le marcature Subbotin al trentratreesimo in powerplay, ribattendo in rete un tiro da fuori di Kochetkov. Al quarantanovesimo il Sibir raddoppia con lo slovacco Kovacik, in gol ancora dopo un rimbalzo lasciato nello slot da Vehanen. In vista di gara due l’allenatore del Neftekhimik Kadeikin dovrà far spingere di più in attacco la sua squadra e sperare nella vena offensiva dei suoi attaccanti.

CSKA Mosca (1) – Lada Togliatti (0)

Deve faticare parecchio il CSKA per scrollarsi di dosso il Lada Togliatti, sceso sul ghiaccio di Mosca determinato. E’ proprio il Lada a passare in vantaggio con Zhmakin dopo solo otto minuti, poi il CSKA pareggia al diciannovesimo con Parshin e fino al cinquantunesimo la partita è bloccata sull’1-1. Poi Upper porta in vantaggio la squadra di casa che nei tre minuti successivi andrà in gol ancora due volte con Nikulin e Shirokov su rigore. Nonostante lo scarto finale di tre reti la partita è stata decisamente equilibrata e tutto può accadere nelle prossime gare. Purtroppo durante la partita il Lada ha perso il capitano e miglior giocatore Igor Grigorenko per un infortunio di entità ancora incerta.

Lokomotiv Yaroslavl (1) – Dinamo Mosca (0)

Clamorosa rimonta del Lokomotiv su una Dinamo che forse si era troppo illusa della vittoria dopo essere stata in vantaggio per 2-0 dopo soli undici minuti di gioco con i gol di Kharitonov e Shitikov. Nel secondo tempo il Lokomotiv cambia marcia e tra il ventiduesimo e il ventiseiesimo ribalta la partita con i gol di Vlasenkov, Hauer e Tkachenko. Anche in questo caso si prospetta una seconda partita interessante ed incerta.

Khimik Moskovskaja Oblast (1) – Severstal Cherepovets (0)

Tre a zero secco nella prima partita in favore del Khimik che ha messo in scena una prestazione davvero convincente contro il Severstal Cherepovets. A segno Pronin, Mozyakin e Sergei Sevostyanov. Shutout per Kolesnik. Il Khimik ha pagato questa vittoria però a caro prezzo in quanto ha perso per infortunio due dei migliori difensori del campionato, Titov e Bykov. Stagione finita per il primo, per il secondo si parla di una o due partite di stop.

Tags: