Terminata la regular season

di CFS

Con le partite del 2 marzo si è conclusa la regular season che ha determinato la griglia dei play off con tre incontri determinanti per l’ultimo posto ancora da assegnare.
Il Luleå contro il Brynas ribadisce la sua voglia di play off mettendo al sicuro nella prima metà della partita il risultato: inizia Bartecko che in inferiorità numerica dal proprio terzo "ruba" il disco, s’invola verso la porta e con un paio di finte fa sedere il portiere ed insacca. Il raddoppio è ad opera di Omark, che riceve sulla propria blu, percorre tutta la pista e riesce a tirare in porta prima che i difensori riescano a fermarlo. Il terzo gol è di Burstrom in posizione centrale ben servito da Lindqvist, che con un ottimo intercetto offre anche l’assist per il quarto gol di Harju. Nel terzo periodo il Brynäs decimato da infortuni trova la strada del gol per tentare l’aggancio con tre gol nel giro di cinque minuti, prima con Carlsson, poi con Mensson che raccoglie un rebound ed infine con Lind che da dietro porta recupera una corta respinta del portiere, ma non basta ed il 4 a 3 finale assicura al Luleå il settimo posto in classifica, mentre il Brynäs termina sesto.

Il Farjestads è ancora la favorita alla vittoria finale e regola la pratica Malmö,la matricola fanalino di coda al quale andrebbe anche la medaglia per la sfortuna: degli 11 incontri terminati al terzo periodo in parità, ne ha persi ben 9 all’overtime…! Apre le marcature Mikael Johansson che raccoglie il disco lasciatogli da Kåberg all’altezza del cerchio d’ingaggio alla sinistra del portiere; pareggia Thuresson in superiorità numerica. Nel secondo periodo Prestberg in power play riallunga per i campioni in carica, e Levente Super (la scorsa stagione tra i pali asiaghesi, ora alla terza partita con il Malmö) si supera riuscendo a togliere parecchie castagne dal fuoco, ma nulla può nel terzo periodo quando l’altro Johansson, Matthias, segna il terzo gol che fissa il finale 3 a 1.
Alla Swedbank Arena il Mora si gioca l’accesso ai play off, ma sono i padroni di casa del MODO che sfruttano la prima superiorità numerica per andare a segno con Steen; alla successiva penalità a favore del Mora è Simons che va a segno. Nel secondo periodo bastano cinque tiri in porta al Mora per “bucare” per ben due volte Krizan e portarsi sul 3 a 1 con Huml e nuovamente con Simons. Grazie anche al risultato dell’incontro tra Linköpings e Djurgårdens il Mora conquista l’ultimo posto utile per i play off.
Al Cloetta Center tutto esaurito per il Linköpings che batte 4 a 2 il Djurgårdens, conquistando il quarto posto in classifica assicurandosi così il favore del campo per i quarti dei play-off, mentre per il Djurgårdens la sconfitta vuol dire addio play off e decimo rango buono solo per assicurarsi anche nella prossima stagione l’Elitserien. Parte bene il Djurgårdens che va in gol con Bäcker che riceve il disco da Bremberg dalla balaustra dopo appena un minuto di gioco. Il Linköpings deve attendere la metà del secondo periodo per andare in gol con un tiro dalla blu di Holmqvist. La partita si risolve negli ultimi tre minuti: il Linköpings passa in vantaggio con Håkanson, a cui ribatte Ottosson; i padroni di casa riallungano ccn Mårtensson e chiudono l’incontro con l’empy net gol di Eriksson.
A Goteborg gli Indians sanno che per agguantare i play off devono assolutamente vincere e sperare nei risultati negativi delle altre pretendenti ed iniziano a “bombardare” la porta ben difesa da Backlund (alla fine saranno 43 i tiri verso la porta del Timrå) che capitola solo alla fine del secondo periodo quando, grazie ad una doppia superiorità numerica, vanno a segno nel giro di quindici secondi prima Sundin e poi Alavaara. Il Timrå ha pochissimo spazio e riesce ad accorciare le distanze a pochi minuti dal termine con Nylander in power play per il 2 a 1 finale. La vittoria però non basta al Frölunda che deve dare all’arrivederci al meraviglioso pubblico che ha affollato per tutta la stagione lo Skandinavium (spesso tutti esauriti i 12044 posti, record stagionale di pubblico con più di 300.000 presenze) alla prossima stagione: troppi alti e bassi ed infortuni per i vice campioni uscenti che hanno provato anche il cambio di allenatore a metà campionato (arrivato Per Bäckman al posto di Stephan Lundh)per risollevarsi ma non è bastato. Il nono posto finale serve solo a confermare la permanenza nell’Elitserien anche per il prossimo anno ma nulla più.
Lo Skellefteå aveva le stesse chance del Frölunda di accedere ai play off, ma l’HV71 non aveva nessuna intenzione di lasciare il passo e ha chiuso la partita per 3 a 1. Il risultato si sblocca per HV71 solo nel secondo periodo quando Thörnberg in inferiorità numerica intercetta il disco e lancia Flak che in solitario mette in rete. Il pareggio arriva anche questo in short hand con Nedorost, stesso clichè del gol precedente. Riallunga Davidsson e l’HV71 chiude la pratica con l’empy net gol di Svensson.

Le partite dei quarti dei play off inizieranno il 6 marzo con i seguenti accoppiamenti:
Färjestads – Mora, HV71 – Luleå, MODO – Brynas, Linköpings –Timrå.
La prima partita sarà in casa della peggio classificata, gli incontri saranno al meglio delle 4 su 7 partite; le eventuali quinta e settima saranno giocate in casa della miglior classificata .
Frölunda e Djurgårdens resteranno a guardare le altre squadre giocare, mentre Malmö e Skellefteå giocheranno la Kvalserien a sei squadre che determinerà le ultime due partecipanti all’Elitserien del prossimo anno. Si scontreranno con le prime 3 squadre classificate dell’ Allsvenskan: il Södertälje il Rögle ed il Leksands e la vincente tra Nyköpings, Västerås, Växjö Lakers e Björklöven ossia le squadre che si sono classificate tra il quarto e il settimo posto dell’ Allsvenskan.