Pregevole prestazione delle Aquile ma i playoff sono persi

di Cristian Pascottini

Pontebba – Val Pusteria: 2-2 (1:1; 1:1; 0-0)

Il Pontebba si trova all’ultima spiaggia per l’eventuale accesso ai playoff e si presenta privo di capitan Armani e di coach Vasiliev, appiedati dal giudice sportivo. Val Pusteria invece al gran completo e con la qualificazione ai quarti di finale ad un passo. Claudio Pianezze è il capo arbitro con giudici di linea DeToni e Biacoli.
Il match inizia con la porta della panca puniti che si apre per Romano al primo minuto e per Erlacher al terzo: proprio in questa occasione è buona l’intesa fra i giocatori delle Aquile che concludono per due volte in successione ma Ottosson non si fa sorprendere. Continua la pressione del Pontebba anche grazie alle numerose imprecisioni del Val Pusteria che costringono coach Rolf Nilsson a chiamare un time out. Alla successiva ripresa delle ostilità Justin Kelly si esibisce in un’azione personale che lo porta a tu per tu con Carpano ma l’estremo della Nazionale dice di no.

Erlacher si fa beccare ancora in azione fallosa e regala al Pontebba il secondo power play: ancora una volta i ragazzi guidati dalla panchina dal DS Gerardo Pietrafesa fanno buoni movimenti ed infatti Gorman trova l’1 a 0 dopo un batti e ribatti di fronte ad Ottosson. Subito dopo però tocca a Zbontar accomodarsi in panca puniti ma le Aquile si fanno vedere pericolosamente dalle parti di Ottosson con Jankovych e Donati. Allo scadere della penalità il prolifico attacco del Brunico non si fa sfuggire l’occasione di pareggiare: disco giostrato da Kelly che imbecca ottimamente Aquino libero di insaccare l’1 a 1 con cui si chiude la prima frazione.
Il secodno periodo si apre subito con un gol: splendida l’intesa fra Margoni che da dietro la gabbia serve l’accorrente Pantelejevs lesto a trovare la rete del nuovo vantaggio pontebbano. Al settimo minuto le Aquile stanno giocando un powerplay nella zona avversaria ma perdono un disco subito intercettato da Bona che si lancia verso Carpano; l’attaccante pusterese viene disturbato da Periard proprio al momento della conclusione così viene assegnato un rigore a favore degli ospiti. A centro ghiaccio si presenta Eriksson ma lo svedese viene ipnotizzato da Carpano che para col gambale. Pochi istanti dopo disattenzione analoga per le Aquile e questa volta è Eriksson che parte in contropiede ma Lutz a giudizio dell’arbitro commette un’ostruzione e dunque finisce in panca puniti. Qui inizia una serie di penalità e una doppia penalità inflitta a Peruzzo (2 minuti) e Jankovych (2 più 10 minuti per il ceco) lascia le Aquile in cinque contro tre. Ne approfitta subito il Brunico con la sassata dalla blu di Christian Mair sulla quale per poco non c’arriva Carpano e dunque è 2 a 2. Anche la conclusione del periodo centrale è caratterizzata da altre penalità da ambo le parti che riscaldano gli animi di pubblico e giocatori.
Parte bene il Val Pusteria nel terzo periodo che in avvio trova due pericolose conclusioni con Bona e Kelly ma l’azione dei Lupi si ferma al secondo minuto quando si trova a giocare in doppia inferiorità. Il davvero misero movimento sul ghiaccio delle Aquile fa passare indenne agli ospiti la doppia inferiorità senza particolare apprensione. Nella parte centrale del drittel il Brunico sfrutta le imprecisioni nei passaggi del Pontebba per proporsi numerose volte in contropiede ed in un’occasione colpisce una palo con Eriksson.
Al sedicesimo minuto viene fischiata una penalità a Max Oberrauch che produce il forcing finale delle Aquile, le quali arrivano a due ottime conclusioni con Lutz ed a colpire un palo con Matt Gorman.
L’incontro termina in pareggio che muove sì la classifica delle Aquile ma comunque annulla matematicamente le speranze dei friulani di qualificarsi ai playoff.

Tabellino marcatori:
1-0 11:14 Gorman (Carlsson) [PP]
1-1 15:52 Aquino (Kelly, Mair) [PP]
2-1 21:31 Pantelejevs (Margoni, Lutz) [PP]
2-2 33:22 Mair (Kelly) [2PP]

Penalità: Pontebba 24 minuti, Val Pusteria 22 minuti
Tiri in porta: Pontebba 34, Val Pusteria 51