Milano – Bolzano: il commento

di Fabrizio Prina:

Grazie alla vittoria ottenuta sul Bolzano nella penultima giornata delle qualificazioni ai play-off del campionato italiano di hockey ghiaccio il Milano conquista con un turno di anticipo la matematica certezza dell’accesso diretto alle semifinali.
L’avvio è piuttosto contratto per entrambe le squadre, con il Milano al completo e la presenza in panchina del giovane Migliore mentre da parte alto atesina si segnala l’assenza di Bouchard.
Le due compagini sono attente, nei minuti iniziali, a non scoprirsi per non offrire spunti all’avversario, segno evidente dell’importanza dell’incontro e mantenendo il gioco in sostanziale equilibrio anche se con una minima predominanza di possesso del disco da parte dei padroni di casa.
Al 7’ Milano passa in vantaggio con una fucilata di Savoia dalla blu che batte Naumovs il quale si riscatta dopo pochi minuti salvando la gabbia da una bella conclusione al volo ancora dello scatenato numero 73 rossoblu.
Milano tiene il pallino del gioco ma gli alto atesini controbattono colpo su colpo mantenendo la partita in sostanziale equilibrio.
I biancorossi di Mc Kay riescono, alla prima vera e importante occasione, a raggiungere il pareggio con Nelson che insacca un disco vagante nei pressi di Passmore.
Chiuso il primo periodo in parità all’inizio del secondo ecco il “Savoia show” con il rossoblu che prende un disco appena prima del proprio terzo difensivo, salta gli avversari che si presentano davanti come birilli e a tu per tu con Naumovs finta un tiro che spiazza il goalie biancorosso e appoggiando sulla sinistra a un liberissimo e solitario Sisca che ringrazia della cortesia e segna il 2 a 1 praticamente a gabbia sguarnita.
La partita aumenta d’intensità con buoni e reattivi interventi dei due portieri fino al goal bolzanino realizzato dall’ex vipera Leo Insam con il drittel che prosegue fino alla sirena in parità.
L’avvio del terzo drittel manifesta un evidente calo di ritmo con le squadre preoccupate a cercare di evitare le incursioni avversarie vista la posta molto alta del match.
Ci prova Lysak a movimentare il periodo ma Naumovs è attento.
E’ da un tiro di Lehtonen che arriva il 3 a 2 per i milanesi con Naumovs che coperto da avversari e compagni non riesce a vedere la partenza del tiro.
Bolzano pare accusare la rete e il suo goalie deve fare gli straordinari per bloccare Scandella lanciato a rete ma capitola nuovamente quando un indemoniato Chitarroni scarica un tiro di potenza sul portiere la cui respinta è prontamente raccolta da Christie che porta a 4 il bottino rossoblu al 57’ e 41” con le Vipere in inferiorità numerica.
Sembra ormai che i giochi siano fatti quando il Milano decide di farsi del male e in inferiorità numerica 5 contro 4 Melanson si prende una sciocca penalità che lascia in tre le vipere.
Il Bolzano approfitta del regalo e insacca il 4 a 3 con Andrew Omicioli che riapre la partita.
Gli alto atesini tentano il tutto per tutto inserendo l’uomo di movimento in più ma il Milano resiste fino al suono della sirena che sancisce la vittoria per i Campioni d’Italia
e l’accesso diretto alle semifinali.

HC Junior Milano Vipers – HC Bolzano Villani 4-3 (1-1) (1-1) (2-1)

Milano : Passmore (Della Bella), Lehtonen – Borgatello, Helfer – Melanson, Savoia – Strazzabosco, Felicetti – Scandella – Chitarroni, Lysak – Christie – Evans, Iannone – Sisca – Rigoni, mantovani, Migliore. Allenatore Insam

Bolzano : Naumovs (Hell), Nemececk – Coleman, Insam – Bahen, Arancini – F. Ramoser, Nelson – R. Ramoser – Faggioni, Lewis – A. Omicioli – M. Omicioli, Walcher – Zisser – Dorigatti. Allenatore Mc Kay

Marcatori: 7’12” Savoia in sup. num. (Felicetti – Chitarroni), 16’53” Nelson (R. Ramoser – Faggioni), 21’39” Sisca (Savoia – Rigoni), Insam (R.Ramoser – Faggioni), 47’32” Lehtonen (Felicetti), 57’45” Christie in inf. num. (Passmore – Chitarroni), 58’02” A. Omicioli in sup. num. (M. Omicioli – Lewis)

Tiri Milano : 35 Tiri Bolzano: 29

Penalità Milano: 8’ Penalità Bolzano: 16’

Terna arbitrale : Lottaroli con Gastaldelli e Marri

Tags: