Il weekend NHL

di Monica.

Amaro venerdì sera per gli Sharks che sono sconfitti da Columbus per 3-0 e per la seconda gara consecutiva San Jose non mette a referto nessun goal. Per i Jackets invece segnali positivi dal momento che i tre marcatori della serata (Brule, Modin, Fedorov) avevano precedentemente faticato a segnare.
I Predators, forse distratti dalla notizia del nuovo arrivo Forsberg si arrendono ai St Louis Blues per 1-0. Per i Blues è la prima vittoria contro Nashville dalla stagione 2003-04. Nashville ha l’opportunità di cambiare le cose sabato notte con anche il debutto di Forsberg, ma ancora una volta si deve arrendere, sconfitta dai Wild per 4-1.
L’ennesima prestazione forte di Roberto Luongo regala la vittoria a Vancouver su Chicago (2-1 agli shootout ) e non solo, perché porta la squadra della British Columbia in testa alla Northwest Division.

Chiude il Venerdì la partita tra le prime due della Atlantic Division: New Jersey e Pittsburgh.
La gara vede ben nove reti e sono i Pens ad avere la meglio (5-4 il risultato finale) conquistando così la quinta vittoria consecutiva.
Passiamo a Sabato dove la sfida tra i Flyers ed i Rangers riserva delle sorprese: nonostante la fresca perdita del suo capitano, la squadra di Philly mette a tacere New York (5-3 il risultato finale). Per le Blueshirts però c’è una ulteriore preoccupazione in quanto Shanahan si è infortunato in uno scontro con Knuble e l’entità dell’infortunio verrà valutata nei prossimi giorni.
I Senators invece nel terzo periodo segnano tre goal e rimontano lo svantaggio andando a vincere 5-3 sui Trashers.
Andiamo a Buffalo dove i capolista della Eastern Conference continuano a perdere…non solo in termini di risultato (questa volta ad opera di Boston) ma anche di giocatori, già senza cinque dei suoi uomini (tra cui spicca Afinogenov) ora devono fare a meno anche di Kotalik.
I Canadiens senza Huet vengono sconfitti dai campioni uscenti di Carolina. Per questi ultimi oltre alla vittoria da festeggiare c’è anche il goal numero 400 del capitano Brind’Amour.
L’ennesimo shutout di Brodeur regala la vittoria ai Devils sugli Islanders.
Con le rispettive sconfitte New York e Montreal sono staccate da Toronto che provvisoriamente si colloca all’ultimo posto disponibile nella Eastern Conference per accedere ai play offs.
I Leafs dopo la cerimonia che ha celebrato gli ultimi vincitori della Stanley Cup per la Leafs Nation nel lontano 1967 si impongono per 4-3 sugli Oilers che si ritrovano noni nella Western.
I Ducks vincono sui Kings per 3-2 ma nel rebound di domenica i Kings ritornano la cortesia sempre agli shootout come era successo nella serata precedente.
Nelle altre partite del sabato Detroit vince su Phoenix per 4-1 (primo hat trick di Zetterberg), Florida su Tampa per 5-4, Colorado è travolta da Calgary per 5-2.
Nelle gare di Domenica spicca la vittoria di Montreal sui Jackets , squadra canadese che schiera un giovane portiere, Halak, e che si porta così accanto a Toronto condividendo l’ottavo e ultimo posto nella Eastern Conference valido per l’accesso ai play offs.
Nonostante il momento no di Crosby i Penguins vincono sui Capitals di Ovechkin ed arrivano al sesto risultato utile in sette gare.
Nonostante l’assenza di Shanahan (comunque presente per salutare la squadra negli spogliatoi) le Blueshirts si impongono su Chicago per 2-1.
Nelle altre gare della domenica Dallas batte San Jose per 5-2, St Louis su Minnesota per 5-3, vittoria dei Canucks sugli Avalanche per 5-4.