Valpe con la testa ai play saluta la Regular Season al terzo posto!

di Paolo Vola

HC Valpellice – HC Future Bolzano: 5-6 (0-1; 2-2; 3-3)

Ritmi blandi per quasi tutto il match, molte distrazioni e un po’ d’appannamento sono i temi principali di una partita di fine stagione che, sulla carta, aveva poco da dire. Valpe – Future Bolzano è l’ultimo atto di una regular season che ha regalato al pubblico torrese tante soddisfazioni ed una squadra che si classifica al 3° posto in griglia play-off. La partita, in sé, non è delle più belle, ai Bulldogs privi di Lyness per squalifica pare mancare un po’ di gamba e sopratutto la verve agonistica necessaria, il Future dal canto suo onora la sua ultima uscita stagionale con una prestazione onesta.
Il primo periodo scivola su ritmi da hockey di fine Agosto, e occorre attendere il 12’ per vedersi smuovere lo scorer: l’ex di turno, Mikko Martikainen passa a Walcher, che appoggia ad Euverman e batte Platé di polso per lo 0-1 in powerplay (in panca siedeva Silva).

La Valpe risponde al colpo con qualche azione un po’ confusa e poco determinazione e una bella pinzata di Platé in chiusura di tempo salvano dal raddoppio.
Nel secondo periodo il math diventa più vivo: la Valpe pareggia al 28’ con Babic, che in powerplay silura dalla blu con un bolide in slap su assist di Di Stefano e Grossi il goalie bolzanino Goller.
Passano 3’ e la Valpe mette fuori la testa: bell’azione corale di Meneghetti che serve Babic, appoggio a Di Stefano che infila sotto i gambali Goller per il 2-1. Marcia trionfale? Macché! Dopo appena 2’ arriva il pari del Bolzano: Moro in panca per trattenuta e powerplay Bolzanino con goal di Faggioni che batte un incolpevole Platé. Il pari resiste per pochi minuti; al 35’ è ancora il Bolzano a passare: Covolo va in panca puniti per 2’ e il nuovo powerplay atesino è micidiale: disco sulla blu a Svete, passaggio a Euverman che appoggia a Manfreda e di polso batte Platé: 2-3. Tutto da rifare.
Il terzo periodo non cambia però in sostanza un match bruttino: la Valpe va al 48’ sotto 2-4 con un goal di Faggioni prima di scuotersi e rientrare in partita: ancora lui, Mighty Mike Di Stefano (hat-trick conclusivo per il nostro sniper!) sigla in fuga solitaria il 3-4 in 1 contro 1 a Goller, ma dopo appena 10" il Future si riporta avanti 3-5 per una confusione generale difensiva ed un lesto Stampfer che in solitaria batte Platé (ottima prova del giovane goalie, due-tre pinzate precise, ha salvato la porta in più di un’occasione da un passivo ancora peggiore. Sui goal scarse responsabilità, comunque anche frutto di una difesa parziale ed un po’ approssimativa).
La Valpe non ci sta, e seppure si affidi alle sgroppate di Mike, il 4-5 da la suspance del gran-finale: Olivo da a Grossi che passa a Di Stefano che batte ancora Goller a mezza altezza.
Forcing finale torrese caccia del pari che arriva in mischia al 55’ da Petrov, abile a batter sopra la pinza Goller dopo una ripetuta ed insistita azione di Di Stefano e Grossi (il capitano, seppure in una prova non delle migliori mette a tabellino 4 assist!).
Il pari però è illusorio, la beffa si completa al 59’59" con rete rasoghiaccio che suggella una lunga azione bolzanina coronata dall’asse Walcher – Comencini per un beffardo 5-6 ad un secondo dalla fine.
Inutile rammaricarsi, con la testa ai play-off ed un orecchio alle altre piste, scopriamo che ai quarti sarà dunque Caldaro!
Nel dopopartita ampio spazio ai saluti ed al lungo abbraccio fra i moltissimi fans (più di mille!) ed i loro beniamini con una simpatica e pacifica invasione di pista.

Coach Da Rin, sintetizza negli spogliatoi quanto accaduto sul ghiaccio; Da Rin:"mi dispiace, non è stata una bella partita, giocata male, con poca testa, troppi errori, molta confusione e il fiato corto… siamo un po’ stanchi, ora dobbiamo lavorare sodo per una settimana e ritrovare concentrazione e ritmo. Purtroppo è così, speriamo di riuscire a ricompattare la situazione e le energie. Riguardo a nuovi arrivi io spero sempre che si possa concretizzare qualcosa, stiamo seguendo alcune piste… vedremo… Platé? Non ha gravi responsabilità sui goal subiti… è giovane e certi errori è normale commetterli, lui ha fatto la sua onesta partita. Sarà il Caldaro? Bene, loro sono una ottima formazione, ma io sai, ho rispetto di tutti e paura di nessuno. Per me uno vale l’altro."

Si ringrazia coach Da Rin per la consueta collaborazione.

HC Valpellice – HC Future Bolzano: 5-6 (0-1; 2-2; 3-3)

12,00 (B) Euverman (Walcher, Martikainen)
28,12 (V) Babic (Di Stefano, Grossi)
31,29 (V) Di Stefano (Babic, Meneghetti)
33,53 (B) Faggioni (Plank)
35,31 (B) Manfreda (Euverman, Svete)
48,20 (B) Faggioni (Plank)
48,53 (V) Di Stefano (Grossi, Laine)
51,55 (V) Di Stefano (Grossi, Olivo)
55,55 (V) Petrov (Di Stefano, Grossi)
59,59 (B) Comencini (Walcher)

Spettatori: 1.100