2ª giornata girone B… alla sirena

di Alessandro R.

VALPUSTERIA-PONTEBBA 11-2 Dopo aver riposato nel primo turno della seconda fase, il Brunico attende sul proprio campo un Pontebba che sembra aver smarrito la strada giusta dopo le ottime prestazioni della fase centrale della stagione. Pronti via ed al minuto 3.49 Aquino sblocca l’incontro; tre minuti più tardi arriva il pareggio delle aquile con il prestito bolzanino Daniel Peruzzo. Nei minuti conclusivi del primo periodo i Lupi incanalano la partita su binari favorevoli con i gol, in rapida sequenza, ancora di Aquino (16.45) e di Bona (17.03).
Nel drittel centrale il Brunico chiude l’incontro: Bona, Moger, Willeit e Oberrauch scavano un solco incolmabile per gli ospiti, solo lontanissimi parenti della squdra veloce e grintosa che aveva incantato fino alla fine del 2006.
Nell’ultimo periodo Armani al 41.14 rende momentaneamente meno pesante il passivo, ma i padroni di casa dilagano con la personale tripletta di Moger, il raddoppio di Oberrauch e la rete finale di Kelly 58.18.

Un partita facile per i Lupi, che si rilanciano all’inseguimento dell’Alleghe, ma soprattutto verso la conquista degli ambiti quarti di finale. Per il Pontebba un’altra brutta battutta d’arresto: di qui in avanti i ragazzi di Vassiliev non potranno più sbagliare per fare in modo che il sogno playoff non rimanga tale.

FASSA-ALLEGHE 4-5 Un Fassa carichissimo attende nel derby del Fedaia i cugini dell’Alleghe, sconfitti in occasione dell’ultimo derby al DeToni. Agordini desiderosi di vendicare quella sconfitta che, di fatto, ha avuto un grandissimo peso nell’estromissione dal master round, ma soprattutto interessati a mantenere il vantaggio nei confronti delle altre compagne di avventura nel girone B.
L’incontro dello Scola si sblocca al 5.31 con il fassano Kuznick; 5 minuti dopo Chaulk pareggia i conti. Il Fassa è intenzionato a riaprire i giochi nel girone e si porta sul 2-1 al 14.35 con Stevanoni e al doppio vantaggio nel secondo drittel (31.37) con capitan Felicetti. Le civette reagiscono con il loro capitano Lino DeToni 36.48, ma Diego Iori ristabilisce le distanze dopo pochissimi secondi. Nel terzo tempo l’Alleghe scende sul ghiaccio con maggiore decisione e prima riduce il passivo con il "dottor" Manuel DeToni in apertura di periodo, poi agguanta il pari con Sundblad al minuto 54.25 ed infine mette la freccia del sorpasso due minuti prima della sirena con Bicio Fontanive.
Vittoria importante per le civette, che possono guardare con più tranquillità le restenti partite del girone; nulla di irreparabile per i ladini, separati due sole lunghezze dalle posizioni che valgono i playoff.

Tags: