1/4 Gara 1: un inizio col botto!

di Matteo P.

Come sono belli i playoff… durante la regular season si parla e straparla per mesi e poi… iniziano i playoff e le gerarchie maturate nei mesi sembrano come scomparire. E’ stato questo quantomeno il caso di Gara 1, con 2 vittorie esterne (una addirittura clamorosa) e tante tante emozioni.
Ma andiamo con ordine: alla "Schoren" arrivavano ieri sera i GCK Lions per l’attesa gara 1 contro i padroni di casa. Ebbene ne è scaturito un risultato che più clamoroso non sarebbe potuto essere… 7-3 per gli ospiti, con un Langenthal che ha affrontato la contesa forse troppo sicuro di sè. In evidenza nelle fila dei bernesi Larouche (autore di una tripletta), mentre per quanto riguarda gli zurighesi l’inossidabile Richard (2 goals per lui).
Un poco più a nord si disputava invece il primo atto del derby Bienne-Ajoie… tutto secondo pronostico? Si e no è la risposta, xchè se da una parte i campioni in carica hanno fatto valere il fattore campo, dall’altra bisogna dire che gli ospiti si erano portati addirittura sul 4-1 prima di subire l’incredibile rimonta. Rimonta che ha avuto in Tremblay il suo asse portante, tutte sue infatti le 3 reti che hanno ribaltato il confronto.

Visp-Sierre che dire… la serie prometteva emozioni e queste non sono certo mancate ieri sera. Il Visp è partito meglio e dopo il punto d’apertura ospite si issava fin sul 3-1 con Yake, Beechey e Gähler. Ma i derby, si sa, non finiscono mai e infatti in poco più di due minuti i giallorossi riequilibrano il punteggio e chiudevano così il secondo periodo in perfetta parità. Nell’ultimo terzo i padroni di casa hanno provato a riprendere il largo, ma al punto del 4-3 di Brunold è seguito subito dopo il pareggio ospite ad opera di Jinman. Si andava così ai supplementari, con di nuovo Jinman a mettere a segno una rete, questa volta però pesantissima xchè vale al suo sodalizio il primo punto della serie.
Nell’ultimo quarto tutti si attendevano un segnale forte dal Losanna, pronosticato a furor di popolo come la possibile sorpresa di questi playoff. E invece per il momento ne è uscita vincitrice la concretezza dello Chaux-de-Fonds, che non si è demoralizzato dopo l’iniziale 2-0 ospite e ha saputo con merito indizzare la partita dalla propria parte. Per contro gli uomini di Cadieux hanno denotato ancora quei difetti che impediscono all’HCL di fare definitivamente il salto di qualità, a conferma di quei risultati altalenanti che non gli hanno permesso di issarsi oltre l’ottavo posto in RS (risultato molto al di sotto delle aspettative, considerato il roster). In evidenza nelle fila dei neocastellani Forget, autore di due reti, mentre in quelle dei vodesi Merz e Aeschlimann, autori degli unici due punti biancorossi.
A domenica pomeriggio per un altro appassionante capitolo di questi playoff che, se continueranno sulla falsariga del primo… ci faranno davvero divertire!

Tags: