48a giornata

Finisce in pareggio l’incontro tra Brynas e Färjestad: a passare in vantaggio sono i padroni di casa con Nolander che recupera un rebound su un suo stesso tiro ed insacca. Sul finire del periodo arriva il pareggio ad opera di Söderström con un tiro dalla blu con il puck che si infila in porta a "fil di palo". Nel secondo periodo è il Färjestad che allunga con Tribuntsovs che dribbla due difensori e passa al centro all’accorrente Ledin che va a segno, ma nel terzo periodo è Almtorp che appoggia in rete un disco passato da dietro porta da Spets che impatta la partita per il 2 a 2 finale che permette al Färjestad di raggiungere in testa alla classifica l’HV71 il cui incontro con il Linköpings si giocherà il 13 febbraio.

Serata di power play e doppiette per la sfida di fondo classifica che si risolve a favore del Mora che batte 6 a 4 lo Skellefteå. Segna la prima rete dopo solo due minuti il Mora con Johansson da dietro porta, al quale ribatte poco dopo Ramstedt e prima della fine del periodo arriva il gol in power play di Welser per lo Skellefteå. Nel secondo periodo grazie ad un tre contro cinque ed al successivo quattro contro cinque il Mora impatta e passa in vantaggio con una doppietta di Beaudoin. E’ poi la volta dello Skellefteå di pareggiare con King in doppia superiorità numerica, ma è il Mora che chiude in vantaggio il periodo con il gol di Brendl sempre in power play ed è lo stesso attaccante(per lui anche due assist), ad aprire le marcature nel terzo periodo. Lo Skellefteå accorcia le distanze ancora con King e prova la carta del sesto uomo di movimento con Kurvinen in panca puniti ma è Beaudoin che riesce ad allontanare il disco ed è Bastiansen che lo raccoglie per depositarlo nella porta lasciata vuota che sancisce la vittoria del Mora.
Il Frölunda non riesce ad approfittare del buon momento dei suoi attaccanti della seconda linea che nelle ultime partite hanno permesso alla squadra di risalire posizioni in classifica e cede 2 a 4 al Djurgårdens che con pochi tiri all’attivo porta a casa l’intera posta. Passa in vantaggio il Djurgårdens con Thörn alla fine del primo periodo. Nel secondo periodo il pareggio è frutto di un’ottima azione di Johnson che supera in velocità due difensori, si ferma e passa al centro all’accorrente Tomi Kallio che mette in rete, mentre è un power play che permette a Martin Plüss di segnare ed al Frölunda passare in vantaggio e di portarlo fino alla fine del periodo grazie a Gistedt che para un rigore tirato da Bremberg. E’ Hörnqvist ad impattare ad inizio del terzo drittel mettendo in rete una ribattuta di Gistedt, ed è Daniel Fernholm (già al Bolzano un paio di stagioni fa) a siglare il vantaggio in superiorità numerica per i padroni di casa a poco meno di due minuti dalla fine della partita. Il Frölunda prova a portare la partita ai supplementari togliendo il portiere ma è l’empy net gol di Bremberg a chiudere la partita. Il Luleå batte il MODO 3 a 0: prima marcatura con Surovy in splendida azione solitaria partendo dal proprio terzo, Shabada mette a segno il secondo gol in power play mentre è Saravo che raccoglie un rebound del portiere e fissa il risultato sul 3 a 0 anche grazie a Mattias Modig che con 39 parate ferma qualsiasi tentativo di attacco del MODO e mette a segno il suo primo shut out stagionale. Contunua la “maledizione dell’overtime” per il Malmö che deve cedere al Timrå ai supplementari. Le marcature arrivano solo nel terzo periodo con Koskinen per il Timrå in power play e con Paulsson per il Malmö, ed è a neanche 30 secondi dalla fine che Hedström in contropiede mette in rete per il 2 a 1 finale.