Asiago torna alla vittoria, battuto il RittenSport

di Davide Trevisan

Asiago-Renon 1-0 (0:0;1:0;0:0)

L’Asiago dopo quasi due mesi torna alla vittoria sconfiggendo di misura il Ritten Sport grazie ad una prestazione maiuscola soprattutto del portiere Lobbia.
Davanti a circa 500 spettatori, coach Sacilotto ha diretto per l’ultima volta i giallorossi: il coach canadese ha infatti firmato con la compagine danese del Rodovre Mighty Bulls dove allenerà l’ex-Asiago Cooper e l’ex-Cortina Gordon.
Tra le fila asiaghesi assente l’infortunato Robinson mentre gli ospiti scendono in pista privi del neo aquisto: l’atteso attaccante americano Doug Christiansen.
L’Asiago parte subito forte e dopo 25 secondi ha a disposizione la prima superiorità numerica ma è il Renon a rischiare di passare in vantaggio con Lobbia costretto a liberare sfiorando l’autorete. Poco dopo altre due powerplay sempre per i padroni di casa che non riescono ad impensierire la retroguardia altoatesina. Al 9° Cipruss se ne va sulla destra e serve Tessari Matteo che da due passi manca clamorosamente la porta e spedisce a lato il puck. Nel finale bella parata di Lobbia su tiro di Tudin.

Periodo centrale che inizia con Scelfo che spara fuori da ottima posizione il puck servitogli da Kalmikov e padroni di casa che rispondono con un incursione di Ciresa che di rovescio non supera Robinson. Al 27° due occasionissime per gli ospiti con Kaye prima e Tudin poi che esaltano i riflessi di Lobbia. Un minuto dopo l’Asiago fallisce un tre contro uno con Parco che, anziché servire Cipruss o Surma, fa tutto da solo con il goalie ospite che salva in due tempi sulla riga. Nei successivi minuti sale in cattedra Lobbia che si esibisce in un paio di ottime parate su conclusioni degli avanti biancoblu. Al 38° però è l’Asiago a passare in vantaggio grazie alla splendida conclusione di polso del folletto Johnatan Pittis che infila il puck nell’angolo basso alla destra di Robinson. Nel finale padroni di casa in powerplay con Surma che esalta ancora una volta il portiere canadese.
Nel terzo tempo il Renon parte forte alla ricerca del pari e cominciano gli straordinari per il n° 29 asiaghese che si oppone, con l’Asiago in inferiorità, a Tudin due volte e alla bordata di Dagenais dalla blu poi è decisivo su Kaye e sull’ex Tony Tuzzolino. Lo stesso Nicola è miracoloso all’8°quando si oppone da campione alla conclusione a colpo sicuro di Dagenais. Negli ultimi dieci minuti di gioco tanta imprecisione da ambo le squadre con due nitide occasione per l’Asiago con Parco che non riesce a superare Robinson e con Benetti che si vede negare la gioia del gol da un superlativo n°37 biancoblu. A due minuti dalla fine Surma cede un disco d’oro a Topatigh che però viene ipnotizzato anche lui dal portiere e quindi si continua a soffrire. Al 18.47 Lobbia sventa in due tempi la minaccia trattenendo poi il disco. Qui coach Adey chiama time-out e Robinson resta in panchina per il sesto uomo di movimento in più. E’ un sofferenza indicibile quella degli ultimi secondi di gioco ma alla fine arriva il suono della sirena a sancire una meritatissima vittoria con tutta la squadra giallorossa che si stringe attorno a Lobbia autore di una prestazione superlativa condita da uno shut-out da ricordare.

EMISFERO IPERMERCATI ASIAGO: D’Alessandro, Lobbia; Ambrosi, Basso, Forster, Leinweber, Loya, Testa, Vellar; Benetti, Cipruss, Ciresa, Mosele, Parco, Pittis, Rodeghiero, Roffo, Surma, Tessari M, Tessari N, Topatigh.
RITTEN SPORT: Robinson, Favre; Dagenais, Egger, Gruber, Hafner, Johnson, Ploner, Spinell; Bustreo, Daccordo, Fauster, Kalmikov, Kaye, Rasom, Rottensteiner, Scelfo, Stocker, Tudin, Tuzzolino, Unterfrauner.

Arbitro: Cassol
Giudici di linea: Biacoli e Zatta
Marcatori:38.05 Pittis (Topatigh, Testa)