Demetz blinda il 18esimo risultato utile per la Valpe

di Paolo Vola:

Gran bella serata ieri sera al Cotta Morandini: la Valpe vince di misura e fa 18 risultati utili consecutivi, Demetz per la prima volta in campionato non subisce goal, la Caffarel cementa il legame con la squadra offrendo uno splendido Caffarel Day regalando cioccolata ai 2.000 spettatori che assiepano lo Stadio.
La Valpe è in neroverde e deve rimarcare le assenze importanti di Mosele (influenza) e dei milanesi impegnati con la C26.
L’Appiano, in serie negativa da tre giornate, deve rinunciare al canadese Palmicsno ed al forte difensore Eisenstecken.
La partita è molto bella, corretta ed equilibrata; la Valpe sembra assolutamente padrona della pista e gigioneggia per tutto il primo tempo.
Il gioco valligiano, supportato dal solito ottimo powerplay, si arena davanti ad un Kelleher in serata di grazia (alla fine 1 solo goal subito su 40 tiri!).
Da Rin ruota le sole tre linee offensive a disposizione con Traversa in prima a supporto di Grossi e Di Stefano, Petrov – Meneghetti e Silva in seconda e Cocvolo, Coco e Viglianco in terza. Dietro girano i soliti cinque compreso l’indistruttibile Laine alla quarta partita consecutiva!

Il primo tempo, giocato da una Valpe sorniona come il gatto con il topo, si chiude a reti bianche.
Nel secondo è sufficiente un’accelerazione in powerplay a 27.16 ed è bellissima rete di Mike Di Stefano su assist di Lyness e Grossi.
Segue una traversa dello stesso Di Stefano ed una serie di occasioni da entrambe le parti ben sventate dai due goalie.
Demetz, con ancora i suoi 8 punti di sutura rimediati a Bolzano, è in serata di grazia e sfida a duello il collega Kelleher a chiudere tutti i varchi (alla fine 0 su 32 per lui!).
La Valpe potrebbe chiudere il match ma non lo fa e la partita rimane in bilico e piacevole anche ne terzo tempo dove Virgillitto prima annulla una rete apparsa regolare di Di Stefano (uomo nello slot!) poi commina penalità a raffica su ambo i fronti rendendo il finale di partita trepidante.
Dopo un palo di Grossi è l’Appiano a tentare l’umo in più nel finale rischiando il rigore su una controfuga del solito scatenato Di Stefano brutalmente atterrato sotto gli occhi di Virgillitto che non fischia.
Finisce comunque con la Valpe in attacco e con Marc Demetz a festeggiare meritatamente con un giro di pista con bandierone per la meritata standindg ovation.
Il diciottesimo risultato utile consolida il secondo posto, malgrado la contestuale vittoria del Vipiteno che ha tuttavia una partita in più, e blinda i giochi per la griglia playoff dove il Merano veleggia verso il primo posto finale e l’Appiano troverà sicuramente il Gherdeina.
Giovedì sera a Vipiteno big match per l’assegnazione del secondo posto finale; in coda risale il Caldaro che affossa un All Stars palesemente in crisi d’identità e risultati e si profila una lotta serrata per le ultime tre posizioni dei play off.
A fine partita un Da Rin sereno rimarca la forza del gruppo che ha saputo sopperire alle assenze importanti e fa i complimenti all’Appiano, squadra quadrata e sempre pericolosa.
Ora l’attesa è tutta per giovedì e per l’ultimo, forse, derby della stagione domenica sera al Pala Cotta Morandini.

H.C. Valpellice – Appiano 1 – 0 (0 – 0) (1 – 0) (0 – 0)
Tiri:
Valpe 40
Appiano 32

Penalità
Valpe 26 mn
Appiano 30 mn
Reti:
27:16 Di Stefano (Lyness, Grossi)