Il Week End NHL

di Emanuele Badessi

Week End “corto” sulle piste nord-americane per l’avvicinarsi dell’All-Star Game di Mercoledì a Dallas ma andiamo con ordine partendo da Detroit che nel “Road-trip” di questo fine settimana rimedia una doppia sconfitta con identico punteggio (3-1) sia venerdì contro le Blue Jackets che sabato contro Colorado; nella gara di venerdì sugli scudi per Columbus il goalie Norrena autore di ben 41 salvataggi e costretto a capitolare solo di fronte a un rebound di Johan Franzen su uno slap di Kronwall, mentre nel match del Pepsi Center da segnalare il solito Sakic, autore della rete della sicurezza al 19’18” del terzo periodo col goalie di Detroit in panchina per tentare la carta dell’uomo di movimento in più.
Rimanendo ad Ovest, da segnalare la brutta sconfitta subita a domicilio venerdì da Chicago che si deve inchinare a Minnesota, con la franchigia di St.Paul che si impone con un perentorio 3-0 (due reti di Gaborik e una di Veilleux) permettendo a Manny Fernandez di incamerare il secondo shutout stagionale (il 13° in carriera).Chicago che perde ancora nel match di sabato: questa volta ad avere la meglio sulla franchigia di “windy city” sono i neo-leader della lega di Nashville che si impongono per 6-3 con il primo “Hat-Trick” in carriera di Legwand (per lui anche un’ assist);con la sconfitta del Gaylord Center i Blackhawks portano a 9 le sconfitte consecutive subite (l’ultima affermazione rimane quella del 2 Gennaio con i Blues).Per quanto riguarda i Wild invece, dopo l’affermazione con Chicago, sono stati sconfitti agli shootout da Dallas (di Barnes il penalty decisivo) dopo che i tempi regolari si erano conclusi sul punteggio di 1-1 (di Hagman e Koivu le reti).

Nel derby della pacific division ha la meglio Phoenix che si impone in casa dei Kings con il punteggio di 3-2 (di Gratton, Nagy e Roche le reti dei Coyotes mentre per Los Angeles sono andati a referto Frolov e Kopitar).
Sabato amaro per San Jose che viene sconfitta in casa dai Blues (di Guerin la rete della vittoria di St.Louis) che fanno realizzare il terzo shutout stagionale a Manny Legace (il 16° in carriera).
Passando ad Ovest, nel match che sabato vedeva di fronte le ultime 2 franchigie vincitrici della Stanley Cup, ad avere la meglio sono stati i Lightning agli shootout (di Prospal il penalty shot decisivo) dopo che i tempi regolari si erano conclusi sul 5-5 (a segno 2 volte Staal, Whitney,Ladd e Walker per Carolina e Prospal, Lecavalier, Ranger, St..Louis e Kuba per Tampa).
Sempre ad ovest vittoria esterna per Florida che sconfigge Washington per 4-1 con le segnature di Gelinas (per lui 2 gol ) Stumpel e Peltonen (per l’ex Lugano anche un’ assist sulla seconda rete di Gelinas), mentre per la franchigia della capitale a segno Dainius Zubrus.
Fine settimana amaro anche per New York sconfitta al Madison Square Garden da Atlanta per 3-1 (di Hossa, Havelid e ancora Hossa le marcature per Atlanta mentre per le Blueshirts a segno il solito Jagr).New York si può consolare con la nomina di Brendan Shanahan a capitano della compagine dell’est per l’All-Star game di Dallas.
Nel Testa-Coda della Atlantic Division affermazione agli shootout di New Jersey su Philadelphia per 4-3 (di Gionta il rigore decisivo).
Venendo alle canadesi sabato amaro per Vancouver sconfitta agli shootout in trasferta da Buffalo con il penalty decisivo segnato da Kotalik.
Se Vancouver piange, Calgary ride dopo la doppia vittoria di sabato e domenica contro Anaheim sconfitta per 3-2 ( di Phaneuf, Tanguay e Yelle le reti per i Flames mentre per i Ducks doppietta di Niedermayer) e nella battaglia dell’Alberta con gli Oilers sconfitti a domicilio con un perentorio 4-0 con a referto Lombardi, Phaneuf, Tanguay e Boyd e con il 6° shutout stagionale per Mika Kiprusoff.
Dando uno sguardo alle altre canadesi da segnalare la pesante sconfitta subita sabato in quel di Pittsburgh da parte dei Leafs per 8-2 (Hat-Trick per Recchi) e la vittoria per 4-3 degli Habs su Buffalo con le reti messe a referto da Latendresse, Koivu, Bouillon e Ryder per Montreal e da Briere (per lui 2 reti) e Roy per i Sabres.
Infine Ottawa che con un perentorio 3-0 archivia la partita di sabato in quel di Boston (a referto 2 volte Heatley e 1 Chris Phillips) e permette al suo goalie Emery di incamerare il 4° shutout stagionale.