Universiadi Torino 2007: Russia – Slovacchia

di Alessandro Seren Rosso

Seconda partita delle Universiadi per la Russia, vittoriosa nella prima giornata contro la Korea per 8-0, mentre per la Slovacchia si tratta della terza partita del torneo dopo le due vittorie contro Korea e Stati Uniti.
I portieri titolari della partita sono Koryakin per la Russia e Stieranka per la Slovacchia.
Dopo soltanto un minuto e venticinque secondi di gioco la Slovacchia può usufruire del primo powerplay della gara in quanto Buryak tocca duro Tabacek e viene mandato in panca puniti dal capo arbitro Hebert. La situazione di superiorità numerica però si conclude prematuramente al 2’32" quando le squadre tornano in parità numerica a causa di una penalità fischiata a Molnar per gomitata. Nonostante la partita sia tra due squadre tecniche come Russia e Slovacchia il match è molto fisico, non mancano i contatti duri.

Al 6’43" la Slovacchia si trova ancora in superiorità numerica a causa di una penalità contro Rychagov per gancio; la Russia è in affanno e dopo poco più di un minuto più tardi concede un altro uomo agli avversari ancora a causa di un aggancio con bastone, ad opera di Voronenkov. La Slovacchia preme. All’8’50" occasione per Huntata ma Koryakin salva chiudendo i gambali. Trenta secondi dopo la Slovacchia fa ancora tremare i russi, Pupak tira a botta sicura dalla destra ma il tiro colpisce in pieno il palo. Pupak ha ancora un’occasione una manciata di secondi più tardi, sventata da Koryakin con lo scudo. La pressione Slovacca non sortisce gli effetti sperati e al 10’48" la Russia approfitta degli inevitabili spazi che si aprono in difesa per andare via in contropiede con Osipov che viene prontamente steso da Karcak. Il PowerPlay russo non si rende pericoloso ma la squadra di Timofeev ha un’occasione al quattordicesimo con un wraparound di Kachesov parato in bello stile da Stieranka, di guanto. Al 15’50" ancora penalità contro la Slovacchia, fuori Kolnik per carica alla balaustra, e ancora una grande occasione per la Russia: Timofeev va al tiro dalla media distanza, Stieranka non riesce a bloccare il disco e si accende una mischia sottoporta ben sventata però dal portiere. Nel primo periodo non succede più nulla a parte una penalità fischiata alla panchina slovacca per troppi uomini sul ghiaccio al 19’17". Il primo tempo si conclude così a reti inviolate, risultato che rispecchia l’andamento di un match tra due squadre che hanno costruito molto ma concretizzato poco. La Russia è sempre bella da vedere ma ha pagato un po’ l’eccessiva imprecisione sottoporta.

Il secondo tempo inizia con la Russia in superiorità numerica, e sono proprio i russi a trovare il gol del vantaggio con un bel tiro di Smirnov dal centro d’ingaggio sinistro che si infila tra il palo sinistro e il braccio del portiere. Al 3’03" la Russia è di nuovo in superiorità numerica per una penalità fischiata contro Karcak per gancio e l’occasione per la Russia si presenta sottoforma di uno slapshot di Ternavskiy parato da Stieranka abbassando il gambale destro.
La Slovacchia insiste e al 5’50" trova il pareggio: il tiro di Tabacek non viene trattenuto da Koryakin e Gonczi è così liberissimo di insaccare in rete. La partita si alza di livello tecnico e i russi hanno ancora una volta buon gioco e al 7’16" si riportano in vantaggio con una splendida azione di squadra: Rychagov sulla destra passa a Isakov sulla linea di fondo che dopo aver lavorato il disco passa all’accorrente Smirnov sulla sinistra che di prima azione mette il disco in rete oltre Stieranka proteso in tuffo disperato. La Slovacchia non ci sta a perdere e la partita si accende. Al 7’45" due minuti a Leskin per cross checking. Al decimo la Russia ha l’opportunità di andare su di due reti con Isakov ma Stieranka chiude bene la porta. Trenta secondi dopo Huntata ruba il disco a Prokofiev e si lancia in contropiede ma Koryakin è ben piazzato.
Al 13’08" è la Russia a sbagliare il cambio e a venire punita con due minuti di penalità per troppi uomini sul ghiaccio e la Slovacchia va vicinissima al pareggio: Stupka è clamorosamente solo nello slot e tira a botta sicura ma Koryakin è ben piazzato in porta e riesce a ribattere. Al quattordicesimo si ripristina la parità numerica con una penalità a Pupak per trattenuta e le squadre sono in quattro contro quattro. Al 14’50" una disattenzione di Osipov dà il via a un’azione in velocità della Slovacchia con Ruckay a entrare nel terzo e tirare di prima intenzione ma Koryakin ci arriva con la stecca. Due minuti più tardi è la Russia a presentarsi in avanti con Malyushkin che mette un gran disco in mezzo dalla sinistra ma il portiere esce dall’area e sventa il pericolo col bastone. Al diciassettesimo la Russia insiste e si rende pericolosa in un paio di occasioni ben sventate dal portiere. Al 18’30" Denisov tira da fuori, Stieranka ribatte con il blocker, Isakov salta sul rimbalzo ma conclude a lato. Al diciannovesimo Smirnov ruba un disco in neutra, entra nella zona offensiva e tira ma il portiere blocca. Il forcing degli ultimi cinque minuti ha legittimato il vantaggio russo, pienamente meritato.

Il terzo periodo inizia con la Slovacchia in avanti e dopo soltanto quarantadue secondi riesce a riequilibrare la partita: Ruckay dalla destra mette il disco in mezzo per Klein che batte Koryakin con una facile deviazione da di fianco al palo. In questo inizio di terzo periodo la Russia è in difficoltà e al 1’38" si trova anche in inferiorità numerica per una penalità fischiata a Trusov per sgambetto. Al secondo minuto però gli slovacchi pasticciano e due giocatori si scontrano ma il contropiede che ne scaturisce non è concretizzato. Le squadre tornano al completo e la Russia prende il controllo del match. Al quinto Isakov dalla sinistra serve Smirnov ma Stieranka ribatte con i gambali. Al settimo Nurievi sfonda sulla destra e batte il portiere ma un salvataggio provvidenziale di Vojtek a togliere letteralmente il disco dalla porta impedisce alla Russia di passare in vantaggio. La Russia schiaccia la Slovacchia nel proprio terzo difensivo senza però a rendersi eccessivamente pericolosa. Al 12’32" Kachesov gira dietro porta ma il portiere chiude gli spazi impedendogli di concludere a rete. Al 12’45" due minuti di penalità per Huntata per sgambetto. In superiorità numerica la Russia ha buon gioco e al 13’14" passa meritatamente in vantaggio con Trusov più veloce di tutti a toccare il disco in rete dopo una mischia furibonda sotto porta.
Al quindicesimo la Russia è di nuovo pericolosa con una grande azione personale di Buryak che però mette alto dopo aver saltato in velocità due giocatori avversari. Al sedicesimo l’occasionissima è per la Slovacchia ma Liptak spreca tirando addosso a Koryakin.
Al 18’29" la Slovacchia, in superiorità numerica a causa di un gancio di Yakovlev, chiama time-out e ne approfitta per inserire un giocatore di movimento al posto di Stieranka, però al 18’40" dopo una brutta gestione del possesso del disco Isakov entra in possesso del puck e direttamente dal suo terzo conclude nella porta vuota chiudendo di fatto la partita.
Vittoria meritata per la Russia, più tecnica e anche più squadra. Coach Toth dovrà lavorare ancora per trovare più amalgama tra i componenti della squadra.